Juventus, Allegri: «Voglio almeno un gol a Madrid»

Juventus, Allegri: «Voglio almeno un gol a Madrid»

Il prossimo obiettivo della Juventus «è fare gol a Madrid». Superato con un largo 3-0 l'ostacolo Frosinone, la capolista può finalmente concentrarsi sull'impegno di mercoledì contro l'Atletico. Rinfrancata dal ritorno di Chiellini e Bonucci, titolari al centro della difesa, e dal ritrovato feeling con il gol di Dybala, Allegri fissa gli obiettivi per il match di andata con la squadra di Simeone: «Dobbiamo segnare almeno un gol a Madrid, il nostro passaggio del turno dipende da quello - spiega il tecnico bianconero -. Sarà una sfida aperta, abbiamo le stesse possibilità loro di passare il turno. La squadra è in crescita, stiamo anche meglio rispetto alle prime settimane». Il ritorno di Chiellini infonde fiducia in vista del match di mercoledì, ed è stato schierato titolare a sorpresa fin dal primo minuto dopo che alla vigilia l'obiettivo era far entrare il capitano a partita in corso: «Rugani non era a disposizione, inoltre è sempre meglio schierare subito in campo i giocatori quando rientrano dagli infortuni, bisogna metterli subito in moto. Dybala? Siamo contenti, Paulo voleva il gol e gli attaccanti vivono anche per questo». Segnali importanti in chiave Champions, anche se in vista di Madrid la formazione non è decisa: «Ho qualche dubbio, ci sarà Alex Sandro, a centrocampo stanno tutti bene. Vedremo chi giocherà, Dybala è in ottima condizione e torna anche Douglas Costa. Ci sarà molta fisicità, bisogna tenere botta».

COLLEGA DELUSO
Pensa ai prossimi impegni anche Baroni, deluso dal risultato prevedibile ma rinfrancato dalla prestazione della sua squadra: «Il divario tecnico e di personalità è visibile e andare sotto per 2-0 dopo 18' non era facile - racconta il tecnico del Frosinone -. Avevo chiesto alla squadra la prestazione al di là del risultato, di non fare un passo indietro rispetto alle altre partite. Nonostante le difficoltà siamo rimasti compatti, di questa sconfitta resta la prestazione: un punto di crescita». A sorpresa Baroni ha schierato Molinaro sulla fascia sinistra, lasciando a riposo Beghetto: «Non possiamo giocare con 11 o 12 giocatori, Molinaro mi aveva dato dei segnali e oggi mi è piaciuta la sua prestazione. Siamo migliorati in compattezza, in fase di attesa, ma ci serve anche buona gestione e Molinaro, giocatore ritrovato, se giocherà il posto con Beghetto».

Venerdì 15 Febbraio 2019, 23:39



© RIPRODUZIONE RISERVATA