Manovra, Di Maio orgoglioso su Facebook: «Pensioni minime a febbraio e reddito di cittadinanza a marzo. Ditelo a chi vota Pd o FI»

«Stanotte ero in Senato dove è passata la manovra del popolo. Viene massacrata da coloro che in tutti questi anni ci hanno tolto diritti. Ma sono orgoglioso che da marzo parte il reddito di cittadinanza, da febbraio-marzo parte quota 100, da febbraio-marzo partiranno le pensioni minime - pensioni di cittadinanza - e le pensioni di invalidità che si alzano a 780 euro. Queste sono le cose che ci devono rendere orgogliosi. Come i fondi ai truffati delle banche». Lo dice Luigi Di Maio in un video su Facebook.

Manovra, il Senato vota sì alla fiducia


«Girano tanti miti e leggende attorno a questa legge di bilancio. Ho il dovere di sfatarli. Non si taglia nulla dagli investimenti: non sanno fare i conti quelli che scrivono che abbiamo tagliato dagli investimenti». Lo dice il vicepremier Luigi Di Maio in una diretta Facebook. «Basta guardare il rendiconto generale del maxiemendamento e troveranno che una parte di quei miliardi che erano appostati genericamente come investimenti, adesso sono appostati nel capitolo investimenti per dissesto idrogeologico e per adeguare dal punto di vista antisismico gli edifici pubblici, investimenti per piccole opere pubbliche», aggiunge.

Alle critiche sui tempi del varo della manovra, Luigi Di Maio risponde via Facebook. «Prima di tutto, siamo pagati profumatamente per tornare anche a Capodanno, ma sarebbe troppo tardi. Secondo: la manovra è molto impegnativa e gli stessi che ci chiedevamo di fare un accordo con l'Europa, ora dicono che non va bene. È chiaro che se durante la legge di bilancio che porti avanti fai un accordo con l'Europa, è chiaro ed evidente che ci vuole un pò più di tempo per portarla in Senato e modificare alcune cose».

«Ci sono una serie di miti e leggende, che girano attorno a questa legge di bilancio. Ho il dovere di dirvi di sfatare questi miti e leggende che girano intorno a questa legge di bilancio, di dire che no sono vere. Lo dovete dire il più possibile anche a tavola». Lo afferma il vicepremier, Luigi Di Maio, in un vido postato su Facebook. «Qualcuno che non ci vota, lo zio del Pd o di Forza Italia, a tavola vi dirà: avete tagliato gli investimenti. Non si taglia nulla, solo che non sanno fare i conti». «Tutti dicono aumenta l'Iva, noi l'abbiamo disinnescata e lo faremo sempre tutti gli anni». «Spiegate la verità al cenone di Natale».
Domenica 23 Dicembre 2018, 13:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA