Ruby ter, sui computer e sugli smartphone
delle 'Olgettine' tanti indizi per l'inchiesta

Ruby ter, sui computer e sugli smartphone delle 'Olgettine' tanti indizi per l'inchiesta

di Giammarco Oberto

La procura di Milano non molla l’osso Ruby, dopo la batosta per la sentenza della Cassazione che ha confermato l’assoluzione di Berlusconi. La carta rimasta ai magistrati che da cinque anni indagano sulle notti di Arcore si chiama “Ruby Ter”, il filone che riguarda le Olgettine, il presunto harem dell’ex Cav che ne avrebbe comprato il silenzio a suon di quattrini, case e benefit. Corruzione in atti giudiziari, l’accusa.

In mano al procuratore aggiunto Pietro Forno e i pm Tiziana Siciliano e Luca Gallo ci sono computer, tablet e smartphone sequestrati nel corso delle perquisizioni dello scorso 17 febbario a 21 ragazze, compresa Karima El Mahroug e il suo avvocto Luca Giuliante. All’interno dei dispositivi «sono stati rinvenuti dati di rilievo investigativo la cui mole impone approfondimenti di non poco momento».

Lo scrivono i magistrati nella richiesta della proroga delle indagini notificata ieri ai difensori dal gip Stefania Donadeo. I termini sono scaduti lo scorso 8 marzo, ma la procura chiede i supplementari. I dati in loro possesso - scrivono - sono «caratterizzati da eterogeneità e complessità» e chiedono dunque di poter indagare per altri sei mesi, fino al prossimo autunno, anche se puntano a chiudere le indagini nelle prossime settimane. Sull’istanza dovrà pronunciarsi il giudice per le indagini preliminari, ma intanto pm e investigatori della polizia giudiziaria possono proseguire negli accertamenti.

Secondo l’accusa, Berlusconi avrebbe comprato il silenzio delle ragazze ospiti delle sue “cene eleganti” e poi finite sul banco dei testimoni. L’inchiesta è iniziata un anno fa ma ha avuto un’accelerata con le perquisizioni dello scorso 17 febbraio e con l’avvio della rogatoria in Messico per indagare sulle proprietà di Ruby, tra cui un ristorante e un paio di palazzine a Playa del Carmen. La domanda della procura è sempre la stessa: con quali soldi le ha comprate?


Ultimo aggiornamento: Venerdì 13 Marzo 2015, 09:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA