"Vomitavo 40 volte al giorno": così Chiara è uscita dal tunnel

Bulimica per 14 anni riesce a guarire: "Vomitavo fino a 40 volte al giorno"

Una battaglia, quella contro l'anoressia, iniziata quando aveva solo 10 anni e oggi che ne ha 42 ChiaraSole ha deciso di raccontare la sua storia e aiutare chi si trova nella sua stessa condizione. «Vomitavo anche quaranta volte al giorno, il primo digiuno l'ho fatto in quinta elementare», così racconta a Vanity Fair.



La prima spia del disturbo alimentare è iniziata, come spesso accade, con una dieta dimagrante. Per 14 anni ha avuto problemi di bulimia e oggi, in occasione della Giornata dedicata ai Disturbi Alimentari , ha spiegato come poter sopravvivere a una malattia che divora corpo e testa. La donna ha fondato l'associazione MondoSole insieme al dott.Matteo Mugnani, e con cui aiuta centinaia di persone che com'è stato per lei, si scontrano con i disturbi alimentari.

«Io soffrivo di anoressia, bulimia e binge eating. Il mio peso oscillava tra i 36 e i 90 kg, ero profondamente depressa. Alternavo momenti in cui cercavo in tutti i modi una via per la guarigione ad altri in cui credevo che fosse impossibile uscirne». Così racconta ChiaraSole, «Eravamo disperati, io ero arrivata a mangiare anche 20 kg di pasta al giorno, lo facevo di nascosto anche se in realtà lasciavo sempre dei messaggi subliminali sperando che qualcuno si accorgesse di quello che stavo vivendo. Per esempio vomitavo ma non pulivo bene il bagno, oppure finivo tutto il cibo che c'era in casa».

La donna ha anche tentato il suicidio, ha viaggiato molto, subito diversi ricoveri nella speranza che qualcuno potesse aiutarla in un disturbo scaturito a seguito di una serie di traumi mai superati. La strada per la guarigione è stata dura, avvenuta dopo il tentativo di suicidio e il coma, oggi però ChiaraSole è uscita dalla malattia e vuole aiutare il prossimo. 
Mercoledì 15 Marzo 2017, 15:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA