Dà fuoco alla figlia di 3 anni: "Posso fare ciò che voglio, è mia"

Dà fuoco alla figlia di tre anni: "Posso fare quello che voglio, è mia e troppo bella"

Aveva solo tre anni il giorno dell'aggressione, ma la bambina porterà i segni e le cicatrici per tutta la vita per colpa del gesto estremo del padre, Edward John Herbert. L'uomo l'ha cosparsa di benzina e poi le ha dato fuoco provocandole ustioni su quasi tutto il corpo. È accaduto a Perth, in Australia, nel mese di agosto del 2015.


Durante il processo Herbert ha confessato di averla bruciata perché "troppo bella" e di aver avuto intenzione di uccidere tutte e due le figlie. Anche la sorella maggiore, infatti, aveva la benzina sul corpo, ma Herbert non ha fatto in tempo a darla alle fiamme. Un agente di polizia, infatti, ha sentito le urla ed è corso in aiuto salvandole.

I giudici hanno stabilito, secondo quanto riporta il Mirror, che aveva trascorso la giornata a fumare cannabis e che la compagna aveva tentato inutilmente di calmarlo. Davanti all'intervento della polizia ha cominciato a farneticare e a parlare di strani lupi mannari in arrivo e che le bambine erano sue figlie e poteva fare quello che voleva. Ha anche minacciato gli agenti con un coltello e un estintore.


 
Ultimo aggiornamento: Lunedì 20 Marzo 2017, 17:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA