Amelia, la pioggia bagna la riapertura ma il sorriso è di rigore

AMELIA - Finalmente il giorno tanto atteso è arrivato. Nonostante la pioggia, stamattina puntualissimi e "armati di tutto punto" con mascherine e guanti gli esercenti amerini erano pronti a tirar su la saracinesca. Dopo quasi tre mesi di serrata totale, porte aperte, vetrine colorate, luci e buonumore ad esorcizzare ansie e paure. Con un tocco in più. Infatti, per l'occasione, i commercianti del centro storico cittadino si sono uniti in un'iniziativa originale. Sono state create delle catenelle di lana all'uncinetto "perchè siamo tutti collegati - spiega Antonella Creazioni - e soltanto uniti possiamo raggiungere gli obiettivi" che sono state montate in alto da un lato all'altro della via e poi ognuno ha esposto una piantina fiorita in vetrina. "E' un gesto simbolico - spiega Alessio dell'Emporio vini - abbiamo bisogno dell'interesse, della vicinanza e della partecipazione attiva di tutta la cittadinanza. Il fiore è per abbellire Amelia, così come i nostri negozi sperano di fare, ma se non viene annaffiato deperisce rapidamente". Una prova generale che ha superato a pieni voti le aspettative. Non tanto sulle vendite quanto sul clima che per la prima volta dopo mesi si è respirato. "Avevamo bisogno di ripartire - dice ancora Antonella- per uscire da un tempo sospeso che ci ha bloccato".  (Galleria Fotografica di Lia Ceccarelli) 

ALTRE FOTOGALLERY DELLA CATEGORIA