Roma, Gandini: «Monchi è a Trigoria per provare a vincere ogni anno»
di Gianluca Lengua

Roma, Gandini: «Monchi è a Trigoria per provare a vincere ogni anno»

Lui non tornerà al Milan, ma pensa di aver lasciato la Roma in buone mani. Quelle, soprattutto, del ds Monchi: «È a Trigoria per provare a vincere ogni anno». Ai microfoni di Radio24 l’ormai ex ad del club giallorosso, Umberto Gandini, fa un bilancio della sua esperienza romana: «Purtroppo ho lasciato Roma, ma non torno al Milan per tutta una serie di motivi. Con la proprietà e con Gazidis abbiamo convenuto che non ci fossero le condizioni per rientrare in società. E quindi sono sul mercato. Ho lavorato con Monchi poco più di una stagione, è un grandissimo professionista, è molto preparato, ha una conoscenza molto vasta dei calciatori e soprattutto ha l’abilità di andarli a cercare. È facile riconoscere un campione del mondo della Francia e portarlo nel tuo centrocampo, ma è difficile andare a cercare Cengiz Under e dimostrare, dopo 6 mesi in cui l’hai difeso, che è diventato un giocatore molto importante. Questo è Monchi. Lui è qui per cercare di far diventare la Roma stabilmente una squadra che provi a vincere tutti gli anni una delle competizioni a cui partecipa. Sappiamo benissimo che alla fine vince soltanto uno e ce ne sono tanti che perdono, ma non per questo quelli che perdono hanno fallito una stagione. La Roma è attrezzata, anche se onestamente pensavo che potesse partire meglio. Siamo rimasti un po’ sorpresi dal punto di vista negativo. Parlo ancora al plurale perché sono molto fresco».

Gandini sente sua questa squadra e non lo nasconde: «Dzeko faticava all’inizio della stagione stagione scorsa e ha faticato all’inizio di questa. Si lamentava all’inizio della stagione scorsa, si è lamentato all’inizio di questa. Questa è una cosa - conclude - che non puoi controllare».
Ultimo aggiornamento: 19:53


© RIPRODUZIONE RISERVATA