"Non posso decorare la tomba di mia moglie, neanche con l'immagine della Madonna" - Foto
di Bianca Francavilla

"Non posso decorare la tomba di mia moglie, neanche con l'immagine della Madonna" - Foto

Vietata ogni decorazione sulle tombe, anche se si tratta dell'immagine di una Madonna con in braccio il Bambin Gesù. È quanto denuncia un 88enne a cui è stato imposto di rispettare le regole. Nel cimitero di Frascati, infatti, la ditta Tuscolania è autorizzata a rimuovere qualsiasi apparecchio decorativo, o altri oggetti, che non siano ricompresi nel progetto della lapide. Ma il vedovo non ci sta. «A mio modesto parere - scrive il vedovo - il quadro in foto è un'icona sacra, simbolo della nostra fede, della nostra religiosità popolare e l'accorpamento con un defunto non può che acclarare e impreziosire le preghiere per i defunti e la devozione alla Madre che offre il figlio di Gesù, a conforto per ogni dolore o sofferenza per la povera umanità.
 

Vietare e rimuovere ogni simbolo, religioso o ideologico, o di altra ispirazione solo per "uniformare" non permette la libera espressione dei sentimenti umani, prima che religiosi e ideologici, che alimentano lo spirito dei parenti e amici che visitano il nostro cimitero». Per poter piangere la moglie, venuta a mancare lo scorso agosto, nel modo che preferisce il cittadino ha tentato di chiedere al sindaco dalla sua città un dietro front sul problema che affligge lui ed altri altri. Ma non ha ricevuto risposta.
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 30 Marzo 2016, 19:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA