Sydney, Roma e New York: feste e show pirotecnici per Capodanno. Ma a Hong Kong è protesta

In Nuova Zelanda e Austalia è già il 2020: via ai festeggiamenti di Capodanno con fuochi d'artificio sulla torre di Auckland e sull'Opera House di Sydney. I primi del mondo a celebrare il nuovo anno sono però stati gli abitanti delle isole tropicali di Samoa e Kiribati trovandosi a occidente della Linea internazionale del cambio di data che attraversa l'Oceano Pacifico.

Nel 2011 Samoa ha compiuto un passo nel futuro, cambiando il proprio fuso orario a occidente della Linea internazionale del cambio di data, nel tentativo di alimentare il turismo, anticipando di un'ora il Capodanno rispetto alla Nuova Zelanda. Tuttavia, il clima delle celebrazioni risentirà della tragica epidemia di morbillo che ha ucciso 81 persone a partire da ottobre. Lo stato di emergenza, in corso da sei settimane, è stato interrotto dal ministero della Salute di Samoa solamente lo scorso sabato, dopo che un'intensa campagna di vaccinazioni aveva coinvolto quasi tutti i circa 220mila abitanti dell'isola.