Giarrusso, come non detto: «Sono il segretario particolare». Non vigilerà sui concorsi all'università

Giarrusso, come non detto? L’ex Iena, che doveva vigilare sui concorsi all’università, dopo le polemiche dei giorni scorsi potrebbe vedere la sua figura e i suoi compiti fortemente ridimensionati. A dare la notizia è l’Huffington Post, che ha contattato Giarrusso sulla questione del concorso per la cattedra di Diritto Privato alla Sapienza a cui avrebbe dovuto partecipare lo stesso premier Giuseppe Conte.

L'ex Iena doveva vigilare sui concorsi all'università. Ironia del Pd: «È già reddito di cittadinanza»

Il caso, di cui ha parlato tutta la stampa italiana e internazionale, fino addirittura al New York Times, ha suscitato stupore: ma Giarrusso, indicato come la persona che dovrebbe vigilare sui concorsi (lo aveva annunciato lo stesso sottosegretario all’Istruzione Lorenzo Fioramonti), all’Huffington ha negato di essere la persona a cui chiedere conto.

L’ex Iena ha infatti specificato di aver ricevuto dal sottosegretario un incarico diverso da quello di cui avevano parlato i giornali: Non sono il responsabile dei concorsi universitari ma il segretario particolare del sottosegretario Fioramonti, ha risposto ai giornalisti che lo hanno contattato. Dietrofront dovuto alle polemiche, o comunicazione sbagliata da parte del Governo? I prossimi giorni diranno di più su questo ‘mistero’ legato all’ex inviato di Italia Uno.

Leggi l'articolo su Leggo.it
Outbrain
Mamma infermiera uccide i figlioletti di 7 e 9 anni e si suicida. Ha lasciato due lettere: «Non ce la faccio più»
Napoli-Salerno, esplosione in galleria: inferno sui binari, cinque feriti. Circolazione sospesa
Papà si sveglia e trova la figlioletta di 4 mesi morta. L'esperto: «Bimbi a rischio se dormono nel lettone»
Estrazioni Lotto, Superenalotto e 10eLotto di oggi, giovedì 15 novembre 2018: i numeri estratti
Una lettera per sua mamma: «Non aprirla fino alle 18». Poi si suicida a 11 anni gettandosi da un ponte