Il lieto fine di Maurizio: si sposa in fin di vita in ospedale. Poi un trapianto lo salva

Maurizio, consapevole di poter morire a breve, ha scelto di sposare la sua Silvia nel reparto di terapia intensiva delle Molinette. Poi è arrivata la disponibilità di un cuore per un trapianto

Matrimonio (con lieto fine) in ospedale a Torino. Un paziente in fin di vita dopo un infarto, ricoverato in Cardiochirurgia, ha scelto di sposarsi nel reparto. Poi, la bellissima sorpresa.

 

Leggi anche > Piccolo cuore trasportato a temperatura controllata: è la prima volta. Salvato un bimbo al Bambin Gesù

 

Le condizioni di Maurizio, 47 anni, erano apparse disperate dopo l'attacco cardiaco. E così l'uomo, sapendo di rischiare di morire a breve, ha deciso di sposarsi con la sua compagna, Silvia, direttamente nel reparto di terapia intensiva di Cardiochirurgia dell'ospedale Molinette. Poi, proprio durante la cerimonia, intubato e con un bouquet per lei composto di tappini di provette del sangue, per il 47enne è arrivata la bella notizia. Un cuore era disponibile per il trapianto, che è stato eseguito la notte stessa e ha consentito a Maurizio di poter vivere.

Leggi l'articolo completo
su Leggo.it
Roma, bambino di 11 anni investito da suv a Torrenova: è in gravi condizioni
Elicottero si schianta in Valtellina: morto il pilota e ferito un 17enne FOTO
Federico attraversa ponte dal Nepal e viene arrestato in India. «Non ha pagato la tassa di ingresso, rischia fino a 8 anni»
Vasco Rossi, sfogo contro i fan invadenti: «Sono disponibile, ma non sempre "a disposizione"»
Mamma muore durante il volo aereo davanti ai suoi figli, pensavano stesse solo dormendo