Coronavirus, nel Lazio 5 nuovi positivi e due morti: 50 guariti. Solo 3 casi a Roma, nessuno in provincia

Coronavirus, quanti nuovi positivi, decessi e guariti oggi nel Lazio? L'assessorato alla Sanità della Regione, sulla pagina Facebook dedicata, ha postato come ogni giorno i dati aggiornati sui contagi in questa emergenza legata alla pandemia di Covid-19. I nuovi positivi nel Lazio sono oggi 5: 3 nella città di Roma, 2 nella Asl di Frosinone.

Leggi anche > Covid più debole? Anche gli esperti australiani contro Zangrillo

Nessun caso nella provincia della Capitale, così come nessun nuovo positivo (e nessun decesso) è stato registrato nelle ultime 24 ore nelle province di Latina, Rieti e Viterbo. Continua dunque il trend in calo dei contagi, con numeri praticamente azzerati negli ultimi giorni. Due i decessi.

«Oggi registriamo un dato di 5 casi positivi, continuano a crescere i guariti che sono stati 50 nelle ultime 24h. A Roma città si registrano solo tre nuovi casi - le parole dell'assessore D'Amato - Manteniamo alto il livello di attenzione in vista delle riaperture del 3 giugno». «I decessi sono stati 2 nelle ultime 24h, mentre il numero complessivo dei guariti è di 4.155 totali e i tamponi totali eseguiti sono stati oltre 260mila».

I DATI NEL DETTAGLIO
Asl Roma 1 – 3 nuovi casi positivi. 24 persone sono uscite dalla sorveglianza domiciliare;
Asl Roma 2 – Non si registrano nuovi casi positivi. 7 persone sono uscite dalla sorveglianza domiciliare;
Asl Roma 3 – Non si registrano nuovi casi positivi. 26 persone sono uscite dalla sorveglianza domiciliare;
Asl Roma 4 – Non si registrano nuovi casi positivi. 22 persone sono uscite dalla sorveglianza domiciliare;
Asl Roma 5 – Non si registrano nuovi casi positivi. 6 persone sono uscite dalla sorveglianza domiciliare;
Asl Roma 6 – Non si registrano nuovi casi positivi. 35 persone sono uscite dalla sorveglianza domiciliare

Asl di Frosinone – 2 nuovo caso positivo. 0 decessi. 2 persone sono uscite dalla sorveglianza domiciliare;
Asl di Latina - Non si registrano nuovi casi positivi. 0 decessi. 17 persone sono uscite dalla sorveglianza domiciliare;
Asl di Rieti – Non si registrano nuovi casi positivi. 0 decessi. 3 persone sono uscite dalla sorveglianza domiciliare;
Asl di Viterbo - Non si registrano nuovi casi positivi. 0 decessi. 17 persone sono uscite dalla sorveglianza domiciliare

Azienda Ospedaliero - Universitaria Sant’Andrea - Conclusi i test per l’indagine sierologica sul personale sanitario. Partiti i test sierologici per i privati cittadini;
Azienda ospedaliera San Camillo - Conclusi i test per l’indagine sierologica sul personale sanitario. Partiti i test sierologici per i privati cittadini;
Azienda Ospedaliera San Giovanni - Conclusi i test per l’indagine sierologica sul personale sanitario. Partiti i test sierologici per i privati cittadini;
Policlinico Umberto I – 45 pazienti ricoverati di cui 3 in terapia intensiva;
Policlinico Tor Vergata – 10 pazienti ricoverati. Ultimati i test di sieroprevalenza sugli operatori sanitari;
Policlinico Gemelli - 43 pazienti ricoverati al Covid Hospital Columbus di cui 6 in terapia intensiva. 2 pazienti guariti;
Policlinico Campus Biomedico - 13 pazienti ricoverati al Covid Center Campus Biomedico di cui 8 in terapia intensiva. Ripresa attività ambulatoriale;
Ares 118 - Operativo al numero verde 800.118.800 il servizio di assistenza psicologica per i cittadini;
IFO - Operativo il laboratorio per il test sierologico e il laboratorio per il test COVID H24;
Ospedale Pediatrico Bambino Gesù - restano 3 bambini ricoverati al centro Covid di Palidoro

Leggi l'articolo completo
su Leggo.it
Bimbo di 10 anni muore per le ustioni dopo l'esperimento di scienze: doveva fare il Serpente del Faraone
Al Bano spiazza tutti a Vita in Diretta Estate: «Sto preparando il funerale, ho preso una bara...». Gelo in studio
Terremoto in Irpinia, 4 scosse una dietro l'altra
Francesco Totti, la tenera foto di famiglia con Ilary Blasi, Cristian e Chanel. I fan notano un dettaglio: «Com'è possibile?»
Peste "nera" in Mongolia, due contagi e scatta la quarantena: «Hanno mangiato carne di marmotta»