Obesi e dimagrimento: la soluzione definitiva arriva dall'università di Udine

FRIULI VENEZIA GIULIA - Se c'è un accostamento che l'Europa con l'America proprio non vorrebbe condividere è il numero crescente di obesi. Un fenomeno esploso negli ultimi anni e che sta riguardando un po' tutti i Paesi europei. E in Italia? È in fondo alla classifica, ma non illudiamoci: i dati raccolti confermano che uno su due è in sovrappeso. Infatti quasi il 47% degli adulti ha chili di troppo e, di questi, oltre il 10% è obeso. C'è quindi bisogno di un'inversione di tendenza con l'obiettivo di migliorare qualità e durata della vita delle persone e in questo trend il mondo scientifico può dare una mano decisiva. A raccogliere la sfida c'è pure l'Università di Udine che in queste settimane cerca volontari obesi in tutta la regione, compresa la provincia pordenonese, disposti a invertire questa situazione grazie a un rigoroso programma d'allenamenti. L'appello arriva dal gruppo di ricerca di Fisiologia dell'Esercizio dell'ateneo udinese che da anni si occupa di obesità, studiando gli effetti di diversi programmi di riduzione ponderale al fine di renderli sempre più efficienti a lungo termine...
 

Leggi l'articolo su Leggo.it
Outbrain
Mamma infermiera uccide i figlioletti di 7 e 9 anni e si suicida. Ha lasciato due lettere: «Non ce la faccio più»
Napoli-Salerno, esplosione in galleria: inferno sui binari, cinque feriti. Circolazione sospesa
Papà si sveglia e trova la figlioletta di 4 mesi morta. L'esperto: «Bimbi a rischio se dormono nel lettone»
Estrazioni Lotto, Superenalotto e 10eLotto di oggi, giovedì 15 novembre 2018: i numeri estratti
Una lettera per sua mamma: «Non aprirla fino alle 18». Poi si suicida a 11 anni gettandosi da un ponte