Calvino-Parisi e il muro di Napoli: la guerra fredda sotto il Vesuvio


NAPOLI - Si terrà domani,  il 19 aprile, alle 18, all'hotel NapoliMia, in via Toledo 323, la presentazione del nuovo libro di Giovanni Calvino e Giovanni Parisi, “Il muro di Napoli”, edito da Homo Scrivens. Il volume è ambientato nella Napoli del 1943. È l’ultima delle celebri Quattro Giornate. Il professor Alfonso, comunista convinto, ha partecipato insieme al suo vecchio amico Salvatore all’insurrezione. Sembra che la guerra sia finalmente terminata ma Vincenzo, figlio del professore, di ritorno dalla campagna di Russia, viene arrestato dagli americani in compagnia di un soldato russo. Si sparge così la notizia di un’invasione sovietica a Napoli, che assume proporzioni sempre più inverosimili, fino a prefigurare la costruzione di un muro che dividerà in due la città: una parte sotto il controllo americano, l’altra sotto il controllo sovietico. Un’originale rivisitazione storica, dove emergono i chiari riferimenti alla struttura delle commedie di Eduardo De Filippo e ai tanti tipi umani descritti dal grande drammaturgo.

Leggi l'articolo su Leggo.it
Outbrain
«Ti faccio diventare famoso»: così un 35enne finto talent scout adescava e violentava bambini, arrestato
Coppia muore a poche ore dal matrimonio: stavano guidando verso la chiesa
«Mamma ho mal di testa, faccio un pisolino», Jessica muore a 9 anni per un'emorragia cerebrale
Escort, ora c'è pure l'advisor: boom di richieste, i clienti danno i voti
Grande Fratello Vip, la precisazione di Mediaset sulle voci di chiusura anticipata