Calvino-Parisi e il muro di Napoli: la guerra fredda sotto il Vesuvio


NAPOLI - Si terrà domani,  il 19 aprile, alle 18, all'hotel NapoliMia, in via Toledo 323, la presentazione del nuovo libro di Giovanni Calvino e Giovanni Parisi, “Il muro di Napoli”, edito da Homo Scrivens. Il volume è ambientato nella Napoli del 1943. È l’ultima delle celebri Quattro Giornate. Il professor Alfonso, comunista convinto, ha partecipato insieme al suo vecchio amico Salvatore all’insurrezione. Sembra che la guerra sia finalmente terminata ma Vincenzo, figlio del professore, di ritorno dalla campagna di Russia, viene arrestato dagli americani in compagnia di un soldato russo. Si sparge così la notizia di un’invasione sovietica a Napoli, che assume proporzioni sempre più inverosimili, fino a prefigurare la costruzione di un muro che dividerà in due la città: una parte sotto il controllo americano, l’altra sotto il controllo sovietico. Un’originale rivisitazione storica, dove emergono i chiari riferimenti alla struttura delle commedie di Eduardo De Filippo e ai tanti tipi umani descritti dal grande drammaturgo.

Leggi l'articolo su Leggo.it
Outbrain
Denise Pipitone, svolta nelle indagini: «Un'impronta potrebbe riaprire il caso». La rivelazione a Pomeriggio 5
Lory del Santo choc a Verissimo: «Mio figlio Loren si è tolto la vita». E prende una decisione incredibile
Negramaro, come sta Lele Spedicato: ecco cosa dicono i medici. Dai Boomdabash la commovente dedica dal palco
Lotto e Superenalotto, le estrazioni di giovedì 20 settembre. Nessun 6 né 5+, jackpot a 41,7 milioni
Fedez torna a casa "ubriaco", Chiara Ferragni lo prende a schiaffi