Torino, bimbo di 10 anni muore per le ustioni dopo un esperimento di scienze: doveva fare il Serpente del Faraone

Non ce l'ha fatta il piccolo Riccardo di 10 anni. Un mese di agonia sul letto d'ospedale per gravi ustioni su tutto il corpo. E' morto così, tragicamente, Riccardo Cesarino, il bimbo che il 29 maggio scorso era rimasto gravemente ustionato dopo un esperimento di scienze nella sua abitazione di Collegno, nel torinese. Il ragazzino aveva riportato ustioni sul 60% del corpo ed era ricoverato in rianimazione all'ospedale infantile Regina Margherita di Torino. 

Carlotta muore a 14 anni nel sonno: la scoperta choc dei genitori

Il bimbo aveva provato in casa l'esperimento chiamato il Serpente del Faraone, che prevede di mescolare bicarbonato, sabbia, zucchero e alcol. Le sue condizioni erano apparse subito gravi nonostante i soccorsi immediati della madre, che era in casa e ha provato a spegnere le fiamme.

Anche un vicino di casa era accorso per aiutare. Il bambino ha subito diverse operazioni al Regina Margherita ma non è mai uscito dal reparto rianimazione. In procura è stato aperto un fascicolo, al momento senza indagati.

Leggi l'articolo completo
su Leggo.it
Coronavirus, 3 morti e 574 nuovi casi in più: meno ricoverati, ma salgono i positivi e i malati in terapia intensiva
Viviana Parisi e la scomparsa del piccolo Gioele, tutti i punti da chiarire. L'ultima ipotesi: forse il bimbo è morto in autostrada
In Puglia ora è allarme Covid. Lopalco: «Cinque ragazzi tra i 20 e i 30 anni ricoverati in condizioni severe»
Donna rifiuta la mascherina e fa fermare il treno. «Siete popolo di schiavi». Vagone in rivolta
Oroscopo del week end di Paolo Fox: ecco le previsioni per la giornata di Ferragosto