Vitalizi, Di Maio: "Boneschi prende 3000 euro". Ma è morto lo scorso anno
di Alessandra Severini

Vitalizi, Di Maio: "Boneschi prende 3000 euro". Ma è morto lo scorso anno

Quando si decide di attaccare a testa bassa, a volte si va a sbattere. L'attacco di Luigi Di Maio contro i vitalizi dei parlamentari fa inciampare il vice presidente grillino della Camera nell'ennesima gaffe. Nell'elenco di parlamentari che ancora beneficiano del vitalizio, Di Maio infatti cita anche l'ex parlamentare radicale Luca Boneschi, «che ha fatto il parlamentare per un giorno e ora prende 3.108 euro».

Il fatto è che Boneschi è morto nell'ottobre scorso. Lo scivolone attrae inevitabilmente un nugolo di critiche e ironie, ma non distoglie il M5s da quella che è considerata una delle battaglie simbolo del Movimento. I 5 stelle hanno annunciato infatti che, in attesa del parere della Ragioneria sulla legge che prevede l'abolizione dei vitalizi, presenteranno anche un ordine del giorno «per farli saltare» in sede di approvazione dei bilanci parlamentari. Nella black list diffusa dal Movimento figurano 2.600 ex parlamentari che ancora percepiscono il vitalizio per un costo complessivo di 215 milioni di euro l'anno.

Nell'elenco figurano nomi come quello di Ilona Staller, Clemente Mastella, Ombretta Colli e Vittorio Sgarbi fino a Amedeo Laboccetta che, attacca Di Maio, «era a Regina Coeli fino a qualche settimana fa». Il capogruppo Pd alla Camera Ettore Rosato prova a smontare le ragioni pentastellate e annuncia novità in arrivo: «Di Maio vuole strumentalizzare, noi risolvere. Nelle prossime ore avanzeremo una proposta per risolvere definitivamente la questione». 
Martedì 18 Luglio 2017 - Ultimo aggiornamento: 08:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME