Aereo precipitato, le prime testimonianze dei sopravvissuti: "Le luci si sono spente"

  • 430
    share
Un disastro aereo che verrà ricordato per sempre quello che ha coinvolto la squadra di calcio brasiliana Chapecoense, nel quale hanno perso la vita 71 persone tra membri dello staff, calciatori e giornalisti a bordo dell'aereo.



Nel dramma ci sono 6 piccoli miracoli: sei persone che, nonostante la brutalità dell'impatto, sono riuscite a sopravvivere seppur in maniera più o meno drammatica. Tra di loro c'è il tecnico di volo brasiliano Erwin Tumiri che ha parlato ai giornalisti, dicendo: "Sono sopravvissuto perché ho seguito i protocolli di sicurezza. Di fronte a quel che accadeva, molti si sono alzati dai seggiolini e hanno cominciato a gridare. Io ho messo le valigie in mezzo alle gambe per formare la posizione fetale che si raccomanda negli incidenti".



Tra coloro che ce l'hanno fatta, rimediando soltanto una frattura della tibia e del perone della gamba destra, c'è anche la hostess Ximena Suarez che ha raccontato: "Le luci si sono spente poco prima dell’impatto. Non mi ricordo altro".



Alan Ruschel è un'altro sopravvissuto: prima di decollare si è scattato un selfie e ha registrato qualche video insieme ai compagni. Ruschel è arrivato in condizioni gravissime all'ospedale San Juan de Dios. In un momento di semi-lucidità avrebbe sussurrato ai medici: "La mia famiglia, i miei amici, dove sono?".



Helio Zampier Neto è stato l'ultimo sopravvissuto trovato tra i rottami dell'aereo dilaniato dallo schianto. Ora si trova nell'ospedale di Medellin e le sue condizioni sono gravissime: ha un trauma cerebrale e fratture esposte degli arti. A trarlo in salvo è stato il capitano del corpo dei pompieri del Perù, Teobaldo Garay, che era in visita in Colombia: "Mi sono preso cura della testa e del collo, visto che il paziente aveva subito un grave trauma cranico e in stato quasi di incoscienza", ha ammesso Teobaldo Garay.



Il portiere 24enne, Jackson Follmann, è sopravvissuto ma, durante il ricovero, gli è stata amputata la gamba destra: ora rischia anche l'amputazione della sinistra.



Rafael Valmorbida è l'unico dei 22 giornalisti sopravvissuti al disastro aereo: lavora per Radio Oeste Capital.
Mercoledì 30 Novembre 2016 - Ultimo aggiornamento: 21:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME