Sesso, foto hard e spogliarelli online per pochi euro o una ricarica: nei guai ragazzine del liceo

Sesso, foto hard e spogliarelli online per pochi euro o una ricarica: nei guai ragazzine del liceo

  • 111
    share
Una inchiesta è stata avviata dalla Procura della Repubblica di Napoli per fare luce su un presunto giro di foto erotiche video e sesso in cambio di denaro che vedrebbero protagonisti, sul web, adulti e studentesse minorenni. Gli inquirenti hanno delegato l'attività investigativa alla Polizia postale che ieri ha acquisito le documentazioni relative alle chat in cui gli utenti accedevano utilizzando un profilo, appositamente creato, di una persona inesistente. Lo rende noto il Corriere del Mezzogiorno che si era occupato della vicenda.


3299833_1627_sexting_whatsapp.jpg


Si tratta di cinque conversazioni di oltre 50 pagine nelle quali i «clienti» prendevano contatto con le ragazze, molte del Liceo Umberto di Napoli, inizialmente per conversare per poi passare a richieste di carattere più scabroso. La chat era suddivisa in gruppi: una volta avuto accesso al sistema di messaggistica si poteva sceglierne uno e cominciare a colloquiare.

Grazie a un profilo «civetta» si è scoperto che molte giovane ragazze di Napoli erano capaci di vendersi agli adulti per poche decine di euro, anche per una ricarica. Da un'intervista emerge che alcune ragazzine avrebbe ottenuto denaro anche facendo spogliarelli utilizzando le webcam delle console per giochi. 

Venerdì 13 Ottobre 2017 - Ultimo aggiornamento: 16:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-10-14 12:00:54
Gioventu'bruciata!!!queste un domani che si sposano e il compagno nn li potra'mantenere come vogliono loro..faranno la stessa cosa....!!!!vergognatevi...nn avete pudore!!!
DALLA HOME