Seguici su Facebook Seguici su Facebook     Mercoledì 27 Luglio 2016 | | Oroscopo |
TRENDING TOPICS

Unioni civili e adozioni gay:
ecco cosa dice il ddl Cirinnà

4 COMMENTI
Unioni civili e adozioni gay:
ecco cosa dice il ddl Cirinnà

Sabato 20 Giugno 2015, 16:58

Le convivenze tra persone dello stesso sesso disciplinate nel codice civile con diritti assai simili a quelli derivanti dal matrimonio. Ecco in sintesi cosa prevede il disegno di legge Cirinnà all'esame del Senato. Il testo Cirinnà disciplina le unioni civili per le coppie omosessuali e la convivenza in genere. In sostanza crea un nuovo istituto per coppie dello stesso sesso, «avvicina» le unioni gay al matrimonio introducendole direttamente nel codice civile.    - ADOZIONI: Il testo Cirinnà estende alle unioni civili la cosiddetta stepchild adoption, ossia l'adozione del bambino che vive in una coppia dello stesso sesso, ma che è figlio biologico di uno solo dei due, prevista dall'articolo 44 della legge sulle adozioni. Nessuna modifica al testo sulla fecondazione assistita    - COSTITUZIONE UNIONE CIVILE: Nel  testo Cirinnà si sottoscrive di fronte a un ufficiale di stato civile, alla presenza di due testimoni e  viene iscritta in un registro comunale. È certificata da un documento che attesti la costituzione  dell'unione e che deve contenere: dati anagrafici; regime patrimoniale; residenza. Si può scegliere uno  dei due cognomi o decidere di adottare entrambi i cognomi.    - CAUSE IMPEDITIVE: L'unione civile non potrà essere realizzata se una delle parti: è ancora sposato; è un minore, salvo apposita autorizzazione; ha un'interdizione per infermità mentale; ha un legame di parentela; è stata condannata per omicidio consumato o tentato sul coniuge dell'altra.    - REGIME GIURIDICO:Per quanto riguarda il regime giuridico ovvero diritti e doveri reciproci, figli,  residenza, concorso negli oneri, abusi familiari, interdizione, scioglimento dell'unione nel testo Cirinnà si applicano gli articoli del codice civile.    - RECIPROCA ASSISTENZA: Il testo Cirinnà riconosce alla coppia diritti di assistenza sanitaria,  carceraria, unione o separazione dei beni, subentro nel contratto d'affitto, reversibilità della pensione  e i doveri previsti per le coppie sposate.


DIVENTA FAN DI LEGGO



4 commenti presenti
adozione e figli biologici... Unioni civili, gay, adozioni, diritti... Se tra chi dice no e chi dice sì, non c'è accordo, forse sarebbe il caso di guardare l'argomento da un altro punto di vista: un uomo e una donna procreano un figlio = i diritti dei bambini sono tutelati dalla famiglia tradizionale. Domanda 1: una coppia eterosessuale con un figlio adottato sono una famiglia tradizionale? Domanda 2: il diritto di un bambino di sapere chi sono i suoi genitori biologici è tutelato? Forse la chiave di volta o la "quadra" sta proprio qui: chiunque decida di adottare un figlio non suo o di averlo tramite fecondazione eterologa, dovrebbe valutare responsabilmente l'eventualità (o essere messo in condizioni di farlo) che un giorno il figlio potrebbe voler sapere quali sono le sue vere origini, con tutte le possibili conseguenze, perché, ad oggi, i figli non naturali non ne hanno alcun diritto. E quindi parlare ora di tutela dei diritti dei bambini appare alquanto stridente e forse anche un po' ipocrita... si vogliono davvero tutelare i bambini o è solo un'omofobia malcelata?
Commento inviato il 2016-01-31 21:12:34 da Andreaxxx
Per fataturchina22 Il Cirinnà prevede la sola adozione del figlio del compagn* e la nostra legislazione è diversa da quella austriaca e non si intercorre nello stesso tipo di problema. Inoltre non capisco quale alternativa propone: il non riconoscimento totale delle coppie omosex?! Ancora a questo punto?! Comunque non è compito di una legge di istigare o reprimere le battaglie civili. Le battaglie civili (o non civili per lei) vanno avanti lo stesso. E la Cirinnà non apre al momento a nessuna adozione esterna e non parentale (che io invece condiverei), deve anzi istituire le unioni civili che saranno cosa diversa dal matrimonio, e non apre assolutamente a nessuna maternità surrogata in Italia. E' ora di fare qualche passo avanti!
Commento inviato il 2016-01-29 12:18:12 da WizardHope
non è vero che è esclusa l\'adozione! E\' successo in Austria: hanno approvato le unioni civili (come vorrebbero fare da noi) senza possibilità di adozione, ma la corte di Strasburgo ha sancito che si danno alle coppie omossesuali i diritti del matrimonio vietare l\'adozione è una discriminazione e quindi ora l\'Austria ha dovuto adeguarsi. quindi la Cirinnà è fatta coi piedi ed è una legge attaccabile per sentenza. Mentre in Francia le coppie omosessuali sposate possono adottare ma chiedono a gran voce accesso all\'eterologa e gpa ( utero in affitto). Quindi se approviamo questa legge ci troveremo a dover accettare adozioni gay e utero in affitto.
Commento inviato il 2015-06-21 09:48:03 da fataturchina22
non é vero che l\'adozione é esclusa É successo in Svizzera, hanno approvato le unioni civili senza adozioni e la Corte europea ha sentenziato che le coppie omosessuali non possono essere escluse dall\'adozione perché o sono parificate in tutto o é discriminazione. Mentre in Francia hanno le adozioni ( le avevano già prima del mariage pour tous) e reclamano accesso a eterologa e GPa ( utero in affitto). Per cui la Corinna mente perché sa benissimo che il suo DDL é attacca abilissimo una volta approvato.
Commento inviato il 2015-06-20 21:49:15 da fataturchina22

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.


Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui