"Non si può dire no a Scorsese", Rocca contro il sindaco di Tarquinia: vicino l'accordo per il film di Schnabel

Il primo cittadino del paese della Tuscia aveva annunciato che non c'erano i tempi tecnici per l'approvazione della richiesta: "Presentata con troppo ritardo"

"Non si può dire no a Scorsese", Rocca contro il sindaco di Tarquinia: vicino l'accordo per il film di Schnabel

Si va verso il dietrofront di Tarquinia. Il primo cittadino del paese della provincia di Viterbo sembra intenzionato a rivedere il suo "no" alle riprese del film "In the hand of Dante" di Julian Schnabel, prodotto da Martin Scorsese e girato nei giorni scorsi a Viterbo con un cast stellare e attrici e attori come Gal Gadot, Jason Momoa, Johnny Depp, Gerard Butler.

La produzione infatti non aveva mai ricevuto l'ok da parte dell'amministrazione tarquinese per le riprese previste per il 21 e 22 novembre prossimo nella zona della chiesa di Santa Maria in Castello. Una scena da circa 200 comparse. Il problema, secondo quanto riferito dal sindaco al Messaggero, sono le tempistiche: il regolamento comunale per le riprese cinematografiche prevede infatti che le domande debbano arrivare almeno 30 giorni prima dell'evento in modo che si possa riunire una commissione con tutti i soggetti interessati. La domanda però è stata presentata ufficialmente qualche giorno fa, malgrado tra l'amministrazione e la produzione ci fossero stati contatti nei mesi scorsi. Da qui la decisione e Giulivi nella giornata di mercoledì era stato categorico: "Queste sono le regole e le devono rispettare sia le grandi che le piccole produzioni". 

Tarquinia dice "no" alla produzione di Scorsese, il sindaco: "Domanda in ritardo, non ci sono i tempi"

A intervenire per derimere la questione è stato lo stesso governatore Francesco Rocca che ha mediato con Giulivi volgendolo a più miti consigli: "Il cinema è una delle principali industrie del Paese e in particolare della Regione Lazio, che sta investendo molto in questo settore per questo sono certo che entro oggi si risolverà ogni problema legato al film - ha spiegato il presidente - Finalmente le grandi produzioni internazionali stanno tornando a investire nel Lazio e sono certo che il sindaco di Tarquinia troverà le soluzioni più idonee per non far perdere questa opportunità al territorio".


Ultimo aggiornamento: Giovedì 16 Novembre 2023, 15:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA