Lorenzo Carletti, il Re della pizza è di Castel San'Elia: «Grazie ai miei genitori, vigilano dall'alto»

La sua pizza napoletana STG ha conquistato la giuria per morbidezza, crosta fragrante ed equilibrio degli ingredienti

Lorenzo Carletti, il Re della pizza è di Castel San'Elia: «Grazie ai miei genitori, vigilano dall'alto»

Il campionato mondiale della pizza di Parma, ha incoronato Re Lorenzo Cartelli, 34 anni,  pizzaiolo di Castel San'Elia. 

Gestiste la pizzaria- ristorante il Contado sulla strada che porta a Civita Castellana.

Oltre mille i concorrenti arrivati da ogni parte del mondo che preso parte a questa manifestazione che si è svolta su tre manche in tre giorni nella cittadina parmense.

La Giuria ha deciso di premiare il piazzaiolo castellese che per la settima volta ha tentatato la scalata al titolo e finalmente ha fatto centro, poichè gli ha conosciuto la bravura nell’arte bianca, per la categoria napoletana STG dove ha dimostrato  il suo talento straordinario e la sua dedizione al mestiere.

Tuscia a tavola nei giorni della festa: tutti i menù di domenica di Pasqua e di lunedì di Pasquetta

E' cresciuto tra i profumi della pizza e i segreti della tradizione napoletana Carletti ed, ha portato avanti con orgoglio l’eredità della sua famiglia, trasformando il ristorante Il Contado in un punto di riferimento per gli amanti della vera pizza napoletana.

La  vittoria al Campionato Mondiale è il risultato di anni di studio, pratica e perfezionamento delle antiche tecniche artigianali. La sua pizza napoletana STG ha conquistato la giuria per la sua morbidezza perfetta, la crosta fragrante e l’equilibrio impeccabile degli ingredienti, dimostrando una profonda comprensione della tradizione e una capacità innata di innovazione.

«Sono felicissimo di questo successo - ha detto - che condivo con la mia famiglia e con mio fratello Alberto.

Credo che i più felici, in questo momento siano i mei genitori che mi seguono dall’alto”.

 

Nella Tuscia Viterbese le giornate di Pasqua e Pasquetta fanno rima con il sacro ma anche con il profano

Ancora una volta, ha sollevato l’onore italiano al culmine del successo, conquistando il podio più alto al Campionato Mondiale di Pizza a Parma nella categoria napoletana STG.Lorenzo, conosciuto per la sua bravura nell’arte bianca, oggi ha conquistato la categoria napoletana STG dimostrando una volta di più il suo talento straordinario e la sua dedizione al mestiere. Cresciuto tra i profumi della pizza e i segreti della tradizione napoletana, ha portato avanti con orgoglio l’eredità della sua famiglia, trasformando il ristorante Il Contado in un punto di riferimento per gli amanti della vera pizza napoletana.La sua vittoria al Campionato Mondiale è il risultato di anni di studio, pratica e perfezionamento delle antiche tecniche artigianali. La sua pizza napoletana STG ha conquistato la giuria per la sua morbidezza perfetta, la crosta fragrante e l’equilibrio impeccabile degli ingredienti, dimostrando una profonda comprensione della tradizione e una capacità innata di innovazione.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 12 Aprile 2024, 23:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA