Angelo Longoni e Alessio Boni, al cinema con "Maldamore", super ospiti a Leggo

di Emiliana Costa Dal set alla redazione di un quotidiano il passo è breve. E così Angelo Longoni e Alessio Boni, rispettivamente regista e attore di “Maldamore” nelle sale da giovedì 13 marzo, si sono reinventati cronisti per un giorno. I due artisti hanno partecipato alla riunione di redazione di Leggo, presieduta dal direttore Alvaro Moretti. Timone del giornale alla mano, Longoni e Boni partecipano alla costruzione del giornale. E quando si arriva agli spettacoli, l’attore spiega la “teoria del 2 per cento” di cui si parla in “Maldamore”. La pellicola, che racconta l’infedeltà coniugale nelle sue mille sfaccettature, è prodotta da Maria Grazia Cucinotta, presente nel film con un cameo. Terminato il meeting, è il momento dei saluti. Ma Boni, che sullo schermo è un traditore occasionale, non se ne va prima di averci svelato cosa pensa della scappatella. “Amore e tradimento non vanno di pari passo – spiega l’attore -. E’ un po’ come la vita e la morte”.