Sanremo, Valerio Scanu replica a Pupo sulla vittoria del 2010: «Solo un modo per far parlare di sé»

Scanu ha voluto rispondere tramite i microfoni di ‘Un Giorno da Pecora’

Video

Correva l’anno 2010 quando al Festival di Sanremo si presentava l’inedito trio formato da Pupo, Emanuele Filiberto e Luca Canonici. Il loro brano, ‘Italia amore mio’, si classificò secondo lasciando l’ambito leone con la palma a Valerio Scanu con ‘Per tutte le volte che…’. A completare la tripletta da podio Marco Mengoni, reduce da X Factor, con ‘Credimi ancora’. A oltre tredici anni da un’edizione che si fa ricordare per i fischi e il lancio degli spartiti da parte dell’orchestra, si accendono di nuovo gli animi. Pupo, infatti, annunciando un concerto al Cremlino a inizio 2024, è tornato a parlare di quel secondo posto in un’intervista a ‘La Repubblica’. Il cantante ha rivelato l’esistenza di una telefonata dal Quirinale che avrebbe cambiato le sorti del festival facendolo scivolare al secondo posto. Dichiarazioni che non sono cadute nel vuoto e alle quali Valerio Scanu ha voluto rispondere tramite i microfoni di ‘Un Giorno da Pecora’.

Foto da Ufficio Stampa – Kikapress / Music: Korben

LEGGI ANCHE: -- ‘GialappaShow’, Claudio Santamaria e i Neri per Caso in ‘Englishman in New York’


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 29 Novembre 2023, 22:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA