Roberto Scarnecchia e l'infarto in piazza Duomo: «Mi hanno salvato, ma voi controllate le coronarie»

Le parole dell'ex calciatore diventato chef

Video

«Vi parlo da un letto di ospedale. Ho avuto, domenica 3 intorno alle 22, ho avuto un infarto mentre attraversavo il Duomo di Milano. Avevo parcheggiato la macchina per andare in albergo ed ho sentito un grandissimo dolore al petto, mi sono seduto sui gradini di questo monumento meraviglioso, ero lì ed ho detto se proprio la mia vita deve finire ora, mi faranno delle fotografie con un monumento storico dietro, ma non è andata così per fortuna perché vi sto parlando».

Questo il racconto in un video su Instagram di Roberto Scarnecchia, ex calciatore diventato chef, di quanto gli è accaduto domenica sera. «È passata una coppia di fidanzati, lui era medico, mi ha visto seduto sui gradini e mi ha chiesto se stavo bene, se avevo mangiato, gli ho detto di no, e allora ha chiamato subito l'ambulanza che mi ha portato d'urgenza al San Luca a Milano e all'1 di notte mi hanno fatto un intervento al cuore e mi hanno slavato la vita», ha aggiunto Scarnecchia dal letto dell'ospedale.

«Se posso dare un consiglio è, almeno per le persone un pò più grandi che fanno una vita come la mia, sport e alimentazione sana e una vita regolare, magari dormo poco, che ogni tanto si facessero una visita alle coronarie.

Una coronografia, è un pò invasiva, magari si perdono un paio d'ore della propria vita in un anno o in sei mesi, ma si valutano le condizioni. Quelle dell'infarto non sono dipese sempre dall'alimentazione, dal colesterolo, dal cuore debole ma ci sono tantissimi motivi e fare un controllo anche un elettrocardiogramma anche sotto sforzo, magari ti salvano la vita. Io sto bene, tra qualche giorno esco e ricomincerò a rompere le scatole con il mio lavoro. Ciao a tutti».

Fonte video: TikTok Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev agenziavista.it


Ultimo aggiornamento: Giovedì 7 Dicembre 2023, 22:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA