Ruberti: «Inginocchiati o sparo». Il video choc de Il Foglio della lite del capo di gabinetto di Gualtieri

Video

«Io li ammazzo... devono venire a chiede scusa per quello che mi hanno chiesto... a me non me dicono 'io me te compro'». Lite notturna di Ruberti, il capo di gabinetto di Gualtieri, sindaco di Roma: è quanto sarebbe accaduto a Frosinone, secondo quanto riporta Il foglio, giornale che fa riferimento a un video in cui ad Albino Ruberti sarebbe stata avanzata una richiesta inaccettabile durante una cena. E in mattinata il capo di Gabinetto del  sindaco di Roma ha rassegnato le sue dimissioni con una lettera inviata al primo cittadino della Capitale, Roberto Gualtieri.

Le dimissioni in una lettera

«Per evitare strumentalizzazioni che possano ledere il tuo prestigio e quello dell'istituzione che rappresenti, con la presente rimetto il mio mandato da Capo da Gabinetto», scrive Ruberti nella lettera. «Illustrissimo sindaco, in merito al video pubblicato nella serata di ieri dal quotidiano Il Foglio - scrive - confermo che quanto avvenuto trattasi di un litigio verbale durante una cena privata, che nulla ha a che vedere con il mio ruolo istituzionale. In particolare, ho reagito con durezza alla frase 'mi ti compro', che pur non costituendo in sé una concreta proposta corruttiva, mi ha portato a chiedere con foga sicuramente eccessiva e termini inappropriati, di ritirarla immediatamente perché l'ho considerata lesiva della mia onorabilità». «Sono a disposizione per ogni chiarimento che riterrai necessario - prosegue - e, per evitare strumentalizzazioni che possano ledere il tuo prestigio e quello dell'istituzione che rappresenti, con la presente rimetto il mio mandato da Capo da Gabinetto».

La cena

Presenti a quella cena, riferisce Il foglio, la consigliera regionale Pd Sara Battisti e il candidato dem alla Camera Francesco De Angelis, che avrebbero sostenuto che il diverbio sarebbe sorti per motivi calcistici. E nel video, secondo quanto riporta Il foglio, si sarebbero sentite urla, minacce di morte e pianti di una donna.

Roma, multati i figli del capo di gabinetto di Gualtieri, che si "ribellano" ai carabinieri : «Non sapete chi siamo noi»

Albino Ruberti

I testimoni

Fra i testimoni citati dal Foglio c'è Francesco De Angelis, ex assessore regionale e già europarlamentare del Pd, ora candidato alle prossime politiche per i dem, e il fratello Vladimiro. «Vi sparo, vi ammazzo. Vi dovete inginocchiare», avrebbe urlato Ruberti, che avrebbe alzato i toni dopo una richiesta che avrebbe ricevuto a tavola.

Contattato dal Foglio, Ruberti ha parlato di una lite per motivi calcistici, accaduta circa due mesi fa a Frosinone con una terza persona, al termine di una cena, presenti anche Vladimiro e Francesco De Angelis, con il quale Ruberti afferma di avere ottimi rapporti.

Ruberti, durante il lockdown, fu al centro di un caso: il primo maggio 2020, quando era capo di gabinetto di Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio, venne sorpreso dai vigili urbani mentre stava consumando sul terrazzo di una casa al Pigneto un pranzo di pesce, violando le restrizioni decise dal governo.

De Angelis ritira la candidatura dalle liste Pd

L'ex assessore regionale, e già europarlamentare del Pd, Francesco De Angelis, con una mail inviata al Nazareno, ha ritirato la propria candidatura alla Camera in seguito al video - pubblicato dal Foglio - che vede il capo di Gabinetto di Roma, Albino Ruberti, protagonista di una lite con pesanti minacce. Il fratello di De Angelis, Vladimiro, sarebbe infatti l'uomo con cui Ruberti discute nel video.

L'ex assessore era infatti alla cena dove si è scatenato il tutto e sarebbe stato anche testimone delle minacce. Da quanto ribadiscono le fonti, il ritiro di De Angelis è avvenuto per evitare strumentalizzazione, sottolineando che quella dell'esponente dem di Frosinone era una candidatura praticamente «non in posizione eleggibile, ma di servizio». Poiché De Angelis era in lista a Roma quando il suo collegio di riferimento è quello ciociaro.

Francesco De Angelis

 

Letta: «Sue dimissioni e ritiro De Angelis? Doveroso»

«Entrambe scelte giuste e doverose». Lo ha detto il segretario del Pd Enrico Letta interpellato sulle dimissioni di Albino Ruberti da capo di gabinetto del sindaco di Roma e sul ritiro della candidatura di Francesco De Angelis, in seguito al video divulgato da Il Foglio su Ruberti.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 19 Agosto 2022, 14:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA