Poliziotti uccisi a Trieste, il questore: «Poteva essere una strage»

La sparatoria alla questura di Trieste ripresa delle telecamere di sorveglianza: scene drammatiche, racconta il questore Giuseppe Petronzi, solo la reazione pronta ha evitato una strage. Il killer che ha ucciso i poliziotti Pierluigi Rotta e Matteo Demenego ha sparato ad altri otto agenti: è malato, sente le voci, racconta il fratello. Una circostanza negata però dal Gip, che ha convalidato il fermo. Anche secondo i pm il 29 enne dominicano Alejandro Stephan Meran ha agito con lucida freddezza; le uniche testimoninaze su presunti disturbi mentali arrivano dalla famiglia, quindi sono considerate di parte dagli investigatori. Il giovane è ancora piantonato in ospedale.