Capodanno, in Oceania e Asia è già 2020

In Nuova Zelanda e Australia è già il 2020 così come in Cina e Giappone. Spettacolari fuochi d'artificio hanno saluto il nuovo anno a Auckland. Brindisi anche a Camberra e Sydney, poi è toccato a Tokyo e a tutti i Paesi asiatici. A Rio de Janeiro sulla costa brasiliana si festeggerà 3 ore dopo di noi, poi seguiranno Argentina, Cile, quindi New York, con l'attesissimo capodanno a Times Square e Los Angeles. Le ultime a entrare nel 2020 saranno le remote isole statunitensi del Pacifico meridionale, come le Hawaii, dove il nuovo anno arriverà quando in Italia sarà quasi ora di pranzo.