Salvini esausto per l'ennesimo selfie-agguato al termine del comizio a Lecce

Nuovo selfie-agguato per Salvini che reagisce esausto alla trappola. Un giovane lo avvicina al termine di un comizio a Lecce e gli chiede: «Non siamo più terroni di m...?», replicando la battuta della ragazza che a Salerno di rivolse così al ministro dell'Interno denunciando poi su facebook il tentato sequestro del suo cellulare da parte dello staff del capo del Viminale.