Israele, l'incubo di Noa, rapita col fidanzato al rave nel deserto

Video

Il rave a cui era andata per celebrare la Natura per la festa ebraica del Sukkot si è trasformato in un incubo per Noa Argamani, protagonista di un video diventato virale in cui viene presa in ostaggio dai miliziani di Hamas durante l'attacco di sabato. Nel filmato, rilanciato dalla Cnn, si vede la ragazza sul retro di una motocicletta mentre viene portata via, tra le grida di aiuto. Il suo fidanzato, Avinatan Or, viene portato via da diversi uomini e costretto a camminare con le mani dietro la schiena.

Hamas, le due cellule dormienti in Israele (pronte ad essere attivate) in caso di assalto a Gaza: cosa può succedere ora?

Sullo sfondo, una colonna di fumo scuro. I familiari e gli amici della coppia hanno espresso il desiderio che il video venga condiviso, nella speranza di localizzarli e garantire il loro rilascio. «È molto difficile quando vedi qualcuno che ti è così vicino essere trattato in questo modo», ha detto alla Cnn Amir Moadi, un coinquilino di Noa, aggiungendo di conoscere altre cinque o sei persone che erano state al festival che da allora sono scomparse. «Dobbiamo fare tutto e subito per riportarli indietro».

Moshe Or, il fratello del fidanzato di Argamani, ha detto a Channel 12 che non gli ci è voluto molto per trovare il video. «Ho visto la sua ragazza Noa nel video, spaventata», ha detto. «Mio fratello, che è alto due metri, si allena quattro volte a settimana, è un ragazzo davvero forte.

Lo hanno trattenuto forse quattro o cinque persone e li hanno semplicemente portati verso la Striscia».


Ultimo aggiornamento: Lunedì 9 Ottobre 2023, 09:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA