Attentato Iraq, Isis rivendica attacco contro militari italiani

L'Isis ha rivendicato l'attacco nella zona di Kifri, a circa 120 chilometri da Kirkuk, in Iraq, dove un'esplosione ha causato il ferimento di cinque militari italiani. "Con l'aiuto di Dio, soldati del Califfato hanno ferito quattro crociati e quattro apostati", si legge nel comunicato diffuso dall'agenzia di propaganda Amaq, che fa riferimento anche a esponenti dell'antiterrorismo peshmerga. Intanto sono stabili, ma comqune critiche, le condizioni dei militari italiani. "Hanno trascorso una notte serena", ha fatto sapere Fabio Agostini, capo della comunicazione dello Stato maggiore della difesa. "Nessuno di loro è in pericolo di vita", ha aggiunto, ma alcuni potrebbero dover essere operati di nuovo.