Azovstal bombardata dai russi con le armi termobariche? Le immagini pubblicate sui social

Video

La Russia ha lanciato oggi l'assalto definitivo all'acciaieria Azovstal, a Mariupol. Il sindaco della città ha fatto sapere che i collegamenti con i militari ucraini barricati all'interno sono andati perduti. Non c'è modo di sapere «cosa sta succedendo, se sono al sicuro o meno», ha detto. Le immagini dei bombardamenti russi sono state diffuse su Telegram, diventando virali. E hanno svelato, ancora una volta, l'utilizzo di armi termobariche da parte dei russi. All'interno dell'acciaieria sono in corso violenti combattimenti. L'obiettivo di Mosca è assicurarsi anche l'ultimo avanposto di Kiev a Mariupol, così da conquistarla interamente. Sarebbe la più grande città conquistata dalla Russia in Ucraina.

Cosa sono le armi termobariche

A denunciare in prima battuta l'utilizzo di termobariche (o vacuum bombs) in Ucraina per prima era stata la "Cnn", che ha fotografato alcuni Tos-1 russi, ossia il cosiddetto "Burattino" utilizzato per lanciarle. Ma come funzionano? Inizialmente esplodono rilasciando nell'aria una nuvola di carburante o materiale simile alla polvere. A quel punto la nuvola si accende, producendo una palla di fuoco e un'onda d'urto che si espande in tutte le direzioni. Possono distruggere gli edifici, provocare grandi incendi e bruciare gli organi interni delle persone.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 4 Maggio 2022, 19:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA