Verona, la Polfer trova sette profughi nascosti in una cisterna di mais

Sette profughi di varie nazionalità sono stati rintracciati a Verona, all'interno di una cisterna contenente mais su un treno proveniente dalla Serbia. L'operazione è stata possibile grazie alla telefonata effettuata da uno degli stranieri e girata dal numero unico di emergenza 112 alla Polizia Ferroviaria di Verona. A chiamare è stato un cittadino marocchino che, pur parlando a stento l'italiano, ha spiegato all'operatore della Polfer di essere chiuso all'interno di un treno di cereali insieme altri 6 cittadini extracomunitari. La telefonata, durata circa 40 minuti, ha consentito di geolocalizzare la posizione del treno con gli agenti della Polfer che sono intervenuti rapidamente individuando il vagone nello scalo merci della stazione di Verona Porta Nuova.