Palermo, arrestati per corruzione sindaco, vice e assessore Casteldaccia

I carabinieri di Bagheria hanno eseguito un'ordinanza di arresti domiciliari emessa dal gip del Tribunale di Termini Imerese nei confronti del sindaco di Casteldaccia Giovanni Di Giacinto, del vicesindaco Giuseppe Montesanto, dell'assessora Marilena Tomasello, della funzionaria Rosalba Buglino e del geometra Salvatore Merlino. Di Giacinto, Montesanto e Tomasello sono accusati di corruzione per atto contrario ai doveri d'ufficio. A carico di Di Giacinto anche un altro episodio di corruzione. Secondo i carabinieri avrebbero richiesto assunzioni in cambio di favori. Buglino e Merlino sono invece accusati di due episodi di corruzione, con falsi materiali e ideologici. (LaPresse)

Corruzione, si dimette Nocera, capo degli 007 di Bonafede. Segreti in cambio del posto per il gommone