A Palazzo Chigi l'omaggio all'agente della scorta di Conte morto di Covid-19

Nel cortile di Palazzo Chigi risuonano le note del Silenzio, poco dopo nel piazzale antistante la sede del governo le auto della polizia lasciano suonare le sirene. E a largo Chigi fa capolino, visibilmente commosso, il premier Giuseppe Conte, che assieme agli agenti ricorda così il sostituto commissario Giorgio Guastamacchia, l'uomo che ha perso la vita a soli 52 anni a causa del Covid-19 e che prestava servizio proprio nella scorta del presidente del Consiglio. I funzionari della polizia in forza a Palazzo Chigi hanno osservato anche un minuto di silenzio in ricordo di Guastamacchia.