La Qantas vende i vecchi carrelli bar dei Boeing 747. E vanno a ruba
di Francesca Spanò

La Qantas vende i vecchi carrelli bar dei Boeing 747. E vanno a ruba

Un gruppo di ex carrelli bar 747 dismessi dalla flotta, sono diventati nei giorni scorsi un cimelio da possedere assolutamente per gli amanti del viaggio in aereo (e dell’annesso e particolare souvenir). Sì perché la Qantas ha deciso di mettere in vendita questi oggetti indispensabili in volo, ma poco utili lontano dai cieli, e in pochi minuti il sold out è stato assicurato.

 

La compagnia australiana, ha fatto breccia nel cuore soprattutto dei locali, i quali hanno dimostrato un amore tanto sconfinato per le partenze da essere disposti a sborsare cifre astronomiche per averne un ricordo unico anche a casa. Del resto, la pandemia da Covid-19 non ha certo aiutato gli aspiranti viaggiatori che sono da mesi costretti a spostarsi poco, accumulando momenti di grande astinenza da colmare con un po’ di costoso shopping.

Un’ “esperienza” di viaggio da tenere in salotto

La Qantas ha certamente cavalcato l’onda di un altro successo precedente, legato però all’acquisto dei biglietti. A ottobre, infatti, aveva lanciato Nowhere Flight e aveva fatto il pienone in soli dieci minuti. Adesso ha riprovato con questa proposta che è stata approvata con maggiore entusiasmo ancora. Per i più veloci e disponibili alla spesa, dunque, è stato possibile l’acquisto dei carrelli che hostess e steward usano per servire da bere ai passeggeri in volo.

 

Il motivo della vendita è presto spiegato: pare che la compagnia voglia mandare in pensione i B747 della flotta per contenere le spese, soprattutto dopo le restrizioni degli ultimi mesi. Il costo per guadagnare qualcosa dalla decisione, è stato di 1500 dollari a carrello o 256 mila punti del programma frequent flyer. In pochissimo tempo, però, sono andati letteralmente a ruba.
 


Ultimo aggiornamento: Domenica 11 Ottobre 2020, 12:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA