Alberghi, campeggi e parchi a tema: le nuove regole della fase 2

La fase 2 dell'emergenza coronavirus entra nel vivo anche in alcune attività legate alla stagione: hotel, campeggi, noleggi, rifugi montani. Ecco nuove le regole previste dalle Regioni per ostacolare i contagi.

Qui tutte le attività e il testo completo: Fase 2, attività fisica all'aperto e aree giochi per bambini, cinema e teatri e ristoranti: il documento delle Regioni


RIFUGI ALPINI
Sì al pranzo
al sacco ma con
accesso limitato


Pernottamento e pasti possono essere forniti solo su prenotazione obbligatoria. Le entrate sono contingentate (e solo con guanti e mascherina) in base al numero di persone previsto. Niente servizio al banco, ma solo al tavolo, e percorsi - dove possibile - che consentano di evitare gli incroci tra persone. Nelle aree esterne deve essere prevista una zona dedicata al pranzo al sacco ad accesso limitato. E’ opportuno provvedere alla copertura esterna con gazebi, tende, pensiline, limitando così l’eccessiva pressione all’entrata. 

PISCINE
Sette mq a testa
per nuotare
Sdraio a distanza


La piscina al centro di tutto: divieto assoluto di accesso del pubblico alle tribune e di manifestazioni, eventi e feste. Consigliato l’ingresso con prenotazione: i nomi vanno conservati per 14 giorni. Tutti gli indumenti e gli oggetti necessari vanno trasportati nel borsone e chiusi nell’armadietto personale. In acqua ci sono 7 mq per persona. Sdraio e lettini a 1,5 metri uno dagli altri, eccezion fatta per nuclei famigliari e conviventi. Sì a spogliatoi e docce mantenendo 1 m di distanza

PALESTRE
Attrezzi sanificati
dopo ogni utilizzo
Occhio alle scarpe


Accessi regolamentati per evitare affollamenti: l’elenco delle presenze va tenuto 14 giorni. Distanza di 1 metro tra le persone, di 2 metri durante l’attività fisica. I dispenser con le soluzioni idroalcoliche devono essere quasi ovunque e comunque attrezzi e macchine vanno disinfettati dopo ogni utilizzo. Vietato condividere borracce, bicchieri, bottiglie e smartphone. Il cambio sempre nel borsone chiuso nell’armadietto. Le scarpe non devono essere quelle usate per strada. 

NOLEGGI
Al volante
con dispositivi
anti-contagio


La gestione del servizio comincia con la prenotazione, con un collegamento a distanza o con app dedicate e in ogni caso è consigliato il pagamento elettronico. Chi noleggia auto o biciclette deve disinfettare le mani prima dell’utilizzo o in alternativa usare i guanti. I gestori dal canto loro si impegnano a igienizzare i mezzi dopo ogni utilizzo. Per altre attrezzature che non possono essere sanificate, il gestore segnalerà l’obbligo di usare i guanti. Mascherina obbligatoria per i mezzi con abitacolo. 

ALBERGHI
Ingresso
e uscita vanno
tenuti separati


Ingresso e uscita vanno separati e segnalati con adesivi, nastri o altro. Accesso vietato se la temperatura corporea è superiore ai 37.5°. Barriere fisiche per reception e cassa. Mascherina sempre su per il personale in presenza di clienti, mentre questi ultimi devono indossarla solo negli spazi comuni. Informazioni di sicurezza tradotte anche nelle altre lingue. Chi preferisce dormire in campeggio dovrà mantenere una distanza di 1,5 metri tra le tende e comunque di 3 metri tra i lati aperti, gli ingressi della tenda stessa. 


PARCHI A TEMA
Protezioni
colorate
per i bimbi


Parchi avventura, acquatici e zoologici ma anche giostre e luna park dovranno prediligere prenotazioni e pagamento tickets. Potranno essere valutate l’apertura anticipata della biglietteria e la diminuzione della capienza massima. La distanza da tenere al di fuori del proprio nucleo famigliare è di 1 metro (anche nei posti a sedere), che diventano 2 se il parco prevede attività fisica. Mascherine per tutti, colorate per i bimbi. Se ci sono attrezzature da indossare andranno igienizzate dopo ogni uso.



 
Ultimo aggiornamento: Sabato 23 Maggio 2020, 17:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA