La Croazia rilancia il turismo e pensa alla sicurezza dei viaggiatori
di Francesca Spanò

La Croazia rilancia il turismo e pensa alla sicurezza dei viaggiatori

Si chiama Safe stay in Croatia (Soggiorno sicuro in Croazia) ed è un marchio nazionale per i protocolli di sicurezza nel settore del turismo e della ristorazione, assegnato alle aziende del settore turistico dal Ministero del Turismo e dello Sport dal 2021. Un progetto presentato di recente dal Ministro del Turismo e dello Sport della Repubblica di Croazia Nikolina Brnjac e dal direttore dell'Ente Nazionale Croato per il Turismo Kristjan Staničić che si aggiunge al noto marchio World Travel and Tourism Council (WTTC) Safe Travel.

 

Viaggiare senza rischi

La Croazia, grazie a questa novità, permette ai visitatori di riconoscere più facilmente destinazioni, fornitori dei servizi di alloggio e trasporto o attrazioni turistiche che hanno adottato gli standard globali di igiene e salute. Nessuna brutta sorpresa, dunque, per un soggiorno di totale relax. I turisti, troveranno il marchio Safe Stay in Croatia adeguatamente visibile e avranno, così, la certezza che la struttura scelta rispetti le raccomandazioni attuali del World Travel & Tourism Council e dell’Istituto Nazionale di Sanità Pubblica. La salute dei viaggiatori, oltre che dei residenti, è una priorità assoluta anche in questo Paese e, del resto, si tratta di una destinazione tranquilla, per via delle buone condizioni epidemiologiche. La campagna promozionale in merito sta riguardando Germania, Austria, Italia, Polonia, Gran Bretagna, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Francia e Paesi Bassi. E proprio il nostro Paese è un mercato importante ed è utile rassicurare gli ospiti sul protocollo e sulle misure epidemiologiche attuate a tutti i livelli del turismo.

Per ulteriori informazioni aggiornate consultare:  

https://www.safestayincroatia.hr/it

https://www.youtube.com/watch?v=yQ_1pn_JOTU&feature=youtu.be

 

 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 29 Marzo 2021, 15:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA