Sai qual è il rione più piccolo di Roma? Una tappa obbligata per i tanti turisti in città

Video
Un rione ricco di storia dove è possibile scoprire una grande parte dell'arte, della cultura e della cucina romana: stiamo parlando del rione Sant'Angelo, sulla sponda sinistra del Tevere davanti all'Isola Tiberina. Sant'Angelo è infatti, il rione più piccolo di Roma, conosciuto in particolare per la presenza, al suo interno, del Ghetto ebraico. In questo luogo, potrete ammirare alcune delle opere monumentali più belle della Capitale. Oggi il ghetto ebraico di Roma è tra le aree più famose per il cibo e i ristoranti che rispecchiano le tradizioni della cucina giudaico-romanesca. Da provare gli iconici carciofi fritti alla giudia, il baccalà fritto, i fiori di zucca ripieni e l'immancabile crostata di ricotta e visciole. Tra i ristoranti conosciuti per queste specialità vi consigliamo: il tipico ristorante Su Ghetto in via del Portico d'Ottavia 1C, Ba'Ghetto, in via del Portico d'Ottavia 57 e Giardino Romano, in via del Portico d'Ottavia 18. Inoltre, sempre dentro il rione, è possibile trovare numerose pasticcerie che offrono piccole delizie ebraiche. Nonostante sembrino piatti semplici e cucinati in tutta Italia, in questo quartiere le ricette vengono riprodotte tramite preparazioni uniche, che permettono chiunque provi la cucina del territorio di vivere un'esperienza indimenticabile. Crediti: foto shutterstock musica Korben

A Roma c’è una delle strade più belle al mondo: non ti stancherai mai di percorrerla
Ultimo aggiornamento: Martedì 5 Dicembre 2023, 14:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA