Panchine giganti vicino Roma: ti sentirai minuscolo, ma dominerai il paesaggio

Video
Uscire dalla routine di Roma, dal caos di una grande città non è mai stato così facile: è stato creato un percorso in cui le persone potranno riposare su panchine giganti davanti a dei panorami mozzafiato. Si chiama Silent Walking: un percorso da fare in solitaria o in compagnia, volto a rilassarsi immergendosi nella natura per poi sedersi sull’agognata Big Bench ed ammirare il paesaggio da cui si è circondati. E' un modo per ritrovare se stessi, sempre persi nel caos della vita reale tra lavoro e impegni di vario genere. Così tra il silenzio della natura, ci si lascia trasportare dalla bellezza del mondo esterno alla città. Lasciare da parte i cellulari e quindi i social, connettersi solo con ciò che si sta facendo e quindi con il proprio io interiore. Senza dubbio, si avranno sensazioni di benessere e liberazione da stress e ansia. Il Big Bench Community Project sono stati progettati dal designer americano Chris Bangle, nato a sostenere le comunità locali. Coinvolge gli artigiani per la costruzione delle panchine giganti che sono state collocate in punti panoramici e accessibili. La prima tappa, Big Bench 331 è a Soriano nel Cimino, nella Tuscia Viterbese e si trova in uno dei posti più panoramici della Faggeta Vetusta del monte Cimino, Patrimonio dell’Unesco. Si passa poi ad Amatrice dove si trova la Big Bench 246.Passiamo al mare, dall’alto della Riviera di Ulisse, con la Big Bench 265, la grande panchina a Sperlonga. Tra i panorami mozzafiato, immancabili il golfo di Gaeta fino alle isole Pontine e le Flegree. La prossima tappa è la Ciociaria, dove si trovano ben 3 Panchine Giganti. La prima è Big Bench 154 a Piglio. Nella valle del Liri vi è Big Bench 261 a Pontecorvo. Si raggiunge poi Fiuggi. La Big Bench 289 vi aspetta a Lariano, in località colle Magisterna. C'è poi la Big Bench 304 a Castel San Pietro Romano ed infine la Big Bench 291 a Tolfa. FOTO: SHUTTERSTOCK MUSICA: PROJECT A_KORBEN

LEGGI ANCHE:-- A 30 Km da Roma c’è il borgo dove ogni scorcio è una cartolina
Ultimo aggiornamento: Giovedì 30 Novembre 2023, 11:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA