In Veneto per la festa del radicchio: fino al 24 novembre
di Marina Moioli

In Veneto per la festa del radicchio: fino al 24 novembre

C’è ancora tempo fino al 24 novembre per partecipare alla 32esima edizione della Festa del Radicchio Rosso di Treviso IGP, un evento gastronomico che è anche vetrina per i produttori e per gli istituti alberghieri del Veneto ma soprattutto volano di promozione territoriale grazie alle visite in azienda e ai pacchetti turistici.

L’appuntamento, che raccoglie ogni anno 70mila visitatori e impegna oltre 200 volontari a Rio San Martino di Scorzè in provincia di Venezia, rappresenta una delle più grandi feste del Veneto dedicate ai prodotti agricoli, capace di rinnovarsi e crescere di anno in anno.



Una grande vetrina per i produttori, realizzata in collaborazione con il Consorzio di Tutela del Radicchio Rosso di Treviso e Variegato di Castelfranco IGP. Dove si può ammirare e acquistare il meglio della produzione della varietà precoce che sarà affiancata dagli altri Radicchi IGP del Veneto: il Rosso di Chioggia IGP e il Radicchio di Verona IGP.



ASSAGGI

E c’è spazio anche per la rassegna enogastronomica «La Strada del Radicchio incontra…» che da venerdì 22 Novembre consente di degustare menu che abbinano i tre grandi radicchi veneti, Treviso, Chioggia e Verona con i prodotti tipici regionali. La Festa ospita infatti la Rassegna «Il Radicchio incontra…» con grandi abbinamenti culinari tra radicchi del Veneto e altri prodotti d’eccellenza. Il Palaradicchio ospita anche la Bottega delle Delizie dove sono proposti insieme tutti i prodotti con i tre radicchi IGP lavorati: dalle marmellate, ai sott’olio, fino alla nuovissima birra ai tre Radicchi denominata «Unica».



VISITE GUIDATE

La domenica, infine, con l’itinerario guidato «Saperi e Sapori» è possibile visitare un’azienda agricola per conoscere tutte le varie fasi del processo di produzione del vero Radicchio Rosso di Treviso IGP, pranzare alla Festa del Radicchio a Scorzè e poi andare alla scoperta delle bellezze naturalistiche e culturali del territorio: dall’Oasi di Cervara nel Parco del Sile, alla Rotonda di Badoere. Promuovere il territorio attraverso i suoi prodotti tipici è una delle sfide più ambizione che si sono posti gli organizzatori della rassegna: coinvolgere i visitatori più consapevoli e attenti alla qualità dei prodotti tipici per visite guidate nelle aziende agricole locali, per immergersi nell’atmosfera dell’autunno nelle campagne venete e scoprire i segreti delle varie fasi di produzione (dalla raccolta nei campi, all’imbiancamento nelle acque di risorgiva, alla tolettatura fino al piatto). Un modo efficace e diretto per verificare la cura con cui i produttori garantiscono la qualità del prodotto tutelato dal marchio IGP.



SOLIDARIETÀ

Ma il filo conduttore della 32esima Festa del Radicchio di Rio San Martino resta il cuore solidale. Ogni domenica sarà in vendita il Pane della Solidarietà e anche la Torta Gigante servirà a sostenere associazioni benefiche. Sabato 23 Novembre sarà una serata interamente dedicata alla solidarietà con «Raccontane un’altra», gara di barzellette aperta a tutti. La raccolta fondi andrà a sostegno dell’associazione Altre Parole dell’Ospedale di Camposampiero in provincia di Padova.





INFO

Pro Loco di Scorzè c/o Villa Toffolo, Via Moglianese, 23, Cappella di Scorzè (VE);

Tel. 041.446650, www.prolocoscorze.it
Giovedì 21 Novembre 2013, 14:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA