Pedofilia e Vaticano: risarcimento di 26 milioni di dollari a 145 vittime dei preti, diocesi Usa in bancarotta

Pedofilia e Vaticano: risarcimento di 26 milioni di dollari a 145 vittime dei preti, diocesi Usa in bancarotta

di Franca Giansoldati

Città del Vaticano - Maxi risarcimento alle vittime della pedofilia: in una sola diocesi americana - Winona-Rochester nel Minnesota - è stato annunciato un accordo di 21,5 milioni di dollari per risarcire le 145 vittime che hanno subito abusi dal suo clero. Si tratta di una cifra mostruosa per le casse di questa piccola realtà, tanto che il vescovo ha dovuto dichiarare bancarotta. Ora l'accordo darà modo alla diocesi di presentare un piano di riorganizzazione finanziaria davanti al tribunale fallimentare degli Stati Uniti previa l'approvazione finale.

«Non dobbiamo mai dimenticare il male fatto da individui che hanno abusato del loro potere e delle loro posizioni di autorità», ha detto il vescovo John Quinn di Winona-Rochester. «Dobbiamo rimanere vigili nel nostro incrollabile impegno a proteggere i giovani della nostra diocesi che si affidano a preti, diaconi, religiosi e laicil. Dobbiamo tenerli al sicuro e provvedere alla loro cura spirituale».

L'avvocato Jeff Anderson, che ha rappresentato molti dei sopravvissuti in America, ha detto che l'accordo includerà altri 6,5 milioni di dollari dagli assicuratori della diocesi. «E' una giornata importante per i sopravvissuti».

Nel 2013 il Minnesota aveva approvato il Minnesota Child Victims Act che ha temporaneamente esteso i termini di prescrizione dei casi di abuso.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 12 Febbraio 2021, 18:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA