Vax day nel giorno della festa della mamma, I team vaccinali dell'Usl 2 in campo tutta la domenica
di Aurora Provantini

Vax day nel giorno della festa della mamma,
I team vaccinali dell'Usl 2 in campo tutta la domenica

Torna in Umbria il Vaccine Day con due appuntamenti domenicali, il 9 e il 16 maggio, con l'obiettivo di imprimere un'ulteriore accelerazione alla campagna vaccinale anticipando le vaccinazioni anti Covid a circa 10 mila soggetti estremamente vulnerabili prenotati per il mese di giugno. «Visto il successo ottenuto nella giornata del 25 aprile rivolta agli over 80 abbiamo deciso di replicare con i soggetti vulnerabili che si erano prenotati per giugno e i quali saranno quindi anticipati e vaccinati con Pfizer durante queste due giornate», ha spiegato l'assessore regionale alla Salute Luca Coletto in fase di presentazione dell'iniziativa. «La Regione - ha proseguito l'assessore - conta così di arrivare a fine maggio ad aver vaccinato, almeno con una dose, circa il 90% di questa categoria più a rischio.I team vaccinali dell'Azienda Usl Umbria 2 sono al lavoro, nelle postazioni territoriali di Terni, presso l'istituto scolastico Casagrande, nella struttura Enac dell'aeroporto di Foligno, al Palatenda di Spoleto, presso gli impianti di atletica di Narni Scalo, nella postazione di Amelia In località Paticchi, nella sede di Fontanelle di Bardano ad Orvieto e al Pes di Norcia per somministrare, in questa prima giornata, 2341 dosi di vaccino Pfizer, già disponibili e consegnate nelle prime ore del mattino. A Terni verranno inoculate 726 dosi, a Foligno 518, a Spoleto 320, a Narni 199, ad Amelia 239, ad Orvieto 230, a Norcia, nel distretto Valnerina, 109. «Il Vax Day - spiega il direttore generale dell'Azienda Usl Umbria 2  Massimo De Fino - è un evento di fondamentale importanza per imprimere una svolta nella lotta al virus e per il ritorno alla normalità. Un appuntamento che conferma ancora una volta l'attenzione e il grande impegno organizzativo e professionale messo in campo dalla Regione dell'Umbria, dall' assessorato dalla Sanità, dalla direzione regionale, dalla task force e dagli operatori delle aziende sanitarie ed ospedaliere, impegnati in prima linea per vaccinare, in tempi rapidi, un numero sempre maggiore di cittadini. Nel giro di pochi giorni avremo protetto dall'infezione la platea degli anziani e dei soggetti più fragili e, grazie ad una maggiore capacità di approvvigionamento delle dosi, saremo in grado di passare allo step successivo della vaccinazione di massa per raggiungere, in tempi ragionevoli, l'immunizzazione di popolo. Siamo nella fase decisiva della lotta al virus - prosegue il manager sanitario - la curva dei contagi è in costante, seppur lenta, discesa, nel contempo stiamo accelerando sulla campagna vaccinale. Da qui l'ennesimo appello alla popolazione a collaborare ed essere parte attiva di questo sforzo comune: non abbassare la guardia, massima attenzione e rigoroso rispetto delle semplici misure anti contagio. Solo così potremo lasciarci alle spalle questo lungo e difficile periodo».


Ultimo aggiornamento: Domenica 9 Maggio 2021, 18:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA