Vaccini, il ritorno delle prime dosi: tocca anche agli under 30
di Fabio Nucci

Vaccini, il ritorno delle prime dosi: tocca anche agli under 30

PERUGIA - Prosegue al ritmo di 15 casi giornalieri la mini risalita del contagio, coi nuovi casi diffusi tra vari comuni senza grandi picchi e un’incidenza cumulativa regionale tornata sopra otto. Questo mentre a livello nazionale i numeri indicano il preludio di una quarta ondata e la Regione, per arginare le varianti, dispone la ripresa della vaccinazione delle prime dosi anche per i più giovani. Già ieri c’è stata una ripresa con oltre 1.100 nuovi soggetti vaccinati con prima dose.

La ripartenza ufficiale della campagna vaccinale con riferimento alla prime dosi avverrà oggi, come annunciato dal commissario per l’emergenza Covid, Massimo D’Angelo. «In questi giorni sarà somministrata la prima dose ai soggetti di età compresa tra 30 e 59 anni, circa 16mila assistiti già prenotati, e a coloro della stessa fascia di età che avevano chiesto di spostarne la data». Un primo step che si accompagna al disco verde per i ventenni che entro il fine settimana inizieranno a ricevere i primi sms con data, ora e luogo dell’appuntamento per la vaccinazione. Quasi 30mila assistiti cui dalla prossima settimana sarà iniettato il farmaco Moderna mentre ai 16.836 della fascia 12-19 anni andrà il preparato Pfizer.

LE INDICAZIONI

La campagna proseguirà dunque con tale articolazione, riferita a farmaco e tempi per il richiamo: i nati tra il 1962 e il 2009 riceveranno il vaccino Pfizer con richiamo a 28 giorni dilazionabile a 42 su richiesta per esigenze specifiche; agli assistiti della fascia 18-59 anni potrà essere somministrato anche Moderna con seconda dose a 28 giorni (estensibile a 42 su richiesta). Il preparato Vaxzevria, invece, sarà destinato agli over 60 (esclusa categoria 1) con richiamo a 63 giorni (estensibile a 84), il monodose Janssen sempre agli over 60. La Regione ha chiarito anche alcuni dettagli rispetto allo spostamento del richiamo: chi ha chiesto di anticiparlo entro il 21 luglio, ha ricevuto un sms con un nuovo appuntamento o con indicazioni per prenotare la seconda dose tramite il portale. Chi ha invece chiesto di spostare il richiamo oltre il 21 luglio, da oggi sarà avvisato via sms per spostare la somministrazione col sistema di prenotazione. “Per le nuove richieste dal 19 luglio sul portale regionale sarà inserita una procedura che consentirà all’utente di accedere al sistema e spostare la seconda dose in una data compatibile con l’arco temporale previsto dal vaccino e in funzione delle disponibilità”. Anche i turisti presenti in Umbria potranno richiedere, tramite portale regionale, la somministrazione del richiamo per motivi eccezionali e qualora la permanenza sia compresa tra i 10 e 15 giorni.

I NUMERI

Dopo la frenata di lunedì e martedì, con circa 8.600 dosi somministrate in due giorni, già ieri si è notata una ripresa delle vaccinazioni con 3.086 inoculazioni in mezza giornata. A differenza dei giorni precedenti, per poco meno della metà dei casi si è trattato di prime dosi (1.121), monodose (243) o dosi uniche per ex positivi Covid (154. Torna dunque ad allargarsi la platea degli assistiti che può contare sulla protezione di almeno una dose. Nella regione sono quasi 348mila gli immunizzati (44,3% degli over 12) cui si aggiungono 200mila soggetti in attesa di seconda dose.

LA CURVA

Il virus continua a mostrare un timido ritorno con altri 15 nuovi casi e un totale settimanale (81) raddoppiato rispetto a sette giorni fa (39). I dati dello screening tuttavia restituiscono segnali confortanti e un’incidenza stabile a 0,8% stesso livello della media mobile settimanale. Anzi, si contano più persone testate, ieri 637 rispetto alle 400/450 dei giorni precedenti. Stabili i dati ospedalieri (8 ricoveri ordinari, uno critico), si registra una piccola risalita nell’incidenza cumulativa tornata sopra 8 casi ogni 100mila abitanti. Tra le città spiccano i 16 casi settimanali di Perugia, i 10 di Spoleto, nessuna situazione particolare nei comuni più piccoli.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 15 Luglio 2021, 09:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA