Lenny Kravitz a Umbria jazz: parte il conto alla rovescia. Ufficiali Toto e altri big

Lenny Kravitz a Umbria jazz: parte il conto alla rovescia. Ufficiali Toto e altri big

di Michele Bellucci

PERUGIA - «Ero al secondo anno di un tour lungo tre anni quando il Covid ha colpito. Per questo sono molto contento di tornare on the road a suonare e condividere questa esperienza con il pubblico». A dichiararlo è stato Lenny Kravitz, che avrebbe dovuto inaugurare l’edizione 2020 di Umbria Jazz il 10 luglio di quell’anno. L’attesa per vedere sul palco perugino il vincitore di 4 Grammy Awards consecutivi pare finalmente terminata: a breve dovrebbe venire ufficializzata la sua presenza nel cartellone di Uj 2024. L’artista newyorkese che compirà 60 anni a fine maggio si dice pronto a regalare uno dei suoi energici live tra rock, funk, blues e soul. Intanto inizia a comporsi la line-up dell’arena Santa Giuliana, con altri grandi nomi già confermati.

Il 17 luglio on-stage ecco i Toto, vere leggende della musica mondiale con 28 album all’attivo e oltre 40 milioni di copie vendute. I fondatori Steve Lukather, Joseph Williams e David Paich si esibiranno con una nuova formazione composta da musicisti di pregio come John Pierce, Robert Searight, Steve Maggiora, Dominique Taplin e Warren Ham. Nelle 4 date italiane previste proporranno una scaletta celebrativa con grandi successi come “Africa”, “Hold the Line”, “Rosanna” o “Georgy Porgy”.

È invece previsto per il 20 luglio il ritorno a Uj di uno dei gruppi simbolo della disco music, gli Chic capitanati da Nile Rodgers, che avevano incontrato il pubblico umbro nell’edizione 2005. Non si tratta solo di una dance band senza pari, ma di una formazione che ha attraversato i decenni grazie al talento indiscusso di Rodgers: basti pensare che ha scritto e prodotto successi come "We Are Family" con Sister Sledge, "I'm Coming Out" con Diana Ross, "Let's Dance" per David Bowie, "Like A Virgin" per Madonna, “The Reflex” per i “Duran Duran” senza dimenticare collaborazioni che hanno fatto tendenza con Daft Punk (“Get Lucky”), Daddy Yankee (“Agua”) e Beyoncé (“Cuff It”).

ll genio indiscusso della musica funk, soul e pop oltre ad aver vinto numerosi Grammy Award è un membro della Rock & Roll Hall of Fame e della Songwriters Hall of Fame. Non solo grandi nomi che hanno fatto la storia, ma anche uno sguardo al presente più interessante.

Sarà per la prima volta a Uj il 14 luglio la londinese Raye, una delle artiste più seguite in streaming al mondo. Recentemente premiata con un Ivor Novello Award, ha all'attivo cinque dischi di platino, un doppio platino, quattro dischi d'oro e quattro d'argento. A soli 26 anni l’ex-autrice di Beyoncé e John Legend vanta collaborazioni con “pezzi da 90” come David Guetta, Joel Corry, Disclosure e Stormzy.

Sarà invece un ritorno a Uj, dopo l’esordio del 2019, quello di Veronica Swift che presenterà a Perugia il suo album omonimo. Il suo repertorio ancorato al jazz ma venato di musica classica, bossa nova, blues e funk le ha permesso di conquistare il pubblico del Festival che attendeva con impazienza di trovarla ancora in cartellone. Aspettando che il programma di Uj24 venga svelato per intero si può fantasticare sui grandi artisti che saranno in Italia durante le date del Festival: da Rod Stewart a Taylor Swift, dai Coldplay ai Take That, ormai è noto che nulla è davvero impossibile per Carlo Pagnotta e la sua squadra.


Ultimo aggiornamento: Martedì 28 Novembre 2023, 07:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA