Esplosione Gubbio, operato d'urgenza uno dei feriti. Il cordoglio per Samuel ed Elisabetta

Video

È stato operato d'urgenza, nella serata di venerdì, uno dei tre feriti della tremenda esplosione avvenuta nel pomeriggio a Gubbio, in provincia di Perugia. A comunicarlo la Asl Umbria 1, che sabato mattina ha stilato il bollettino dei due ricoverati (un altro, gravissimo, si trova nel Centro Grandi Ustioni di Cesena) nell'ospedale di Branca. Il giovane sottoposto con urgenza all'intervento chirurgico ha 32 anni ed è di Gubbio. Due, invece, i vigili del fuoco cui è stato prestato soccorso. Riferiscono dalla Asl: «Ha riportato vaste ustioni su tutto il corpo, è stato operato in urgenza dall'equipe della chirurgia ricostruttiva, diretta dal dottor Marino Cordellini, che si è avvalsa della fondamentale collaborazione - oltre che degli anestesisti - dei medici otorini ed oculisti. La prognosi è di 30 giorni. L’altro paziente, classe 1993 di Gubbio, è ricoverato in OBI (osservazione breve intensiva) con un trauma alla colonna vertebrale e qualche ustione e prognosi di 30 giorni». A proposito dei vigili del fuoco, rende ancora noto la Asl: «I due i vigili del fuoco intossicati o feriti durante il soccorso - uno che aveva inalato dei vapori ed un altro che era arrivato al pronto soccorso con un corpo estraneo in un occhio – sono stati dimessi dall’ospedale dopo poche ore». Gubbio è listata a lutto: tanti gli attestati di cordoglio e di vicinanza ai familiari di Samuel Cuffaro, 19 anni ed Elisabetta D'Innocenti, 52 anni, vittime del rogo.


Ultimo aggiornamento: Sabato 8 Maggio 2021, 12:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA