Terni, a spasso troppo lontano da casa:
incastrati da Google maps
di Sergio Capotosti

Terni, a spasso troppo lontano da casa:
incastrati da Google maps

«Non è obbligatorio, ma è consigliabile uscire di casa con l'autocertificazione, ovviamente per gli spostamenti consentiti». L'indicazione arriva dalla comandante della Polizia locale di Terni, Gioconda Sassi. Autocertificazioni che, è bene precisare, non sono lasciapassare per girovagare in città senza meta. Lo sanno bene i due ternani che sono stati multati dai vigili urbani perché stavano facendo attività sportiva troppo lontano da casa. Gli agenti si sono serviti di Google Maps per certificare l'avvenuta violazione del provvedimento sindacale, che impone di non superare i duecento metri di distanza da casa se si vuole fare attività sportiva all'aria aperta. In entrambi i casi non ha retto quanto scritto nell'autocertificazione, visto che le residenze delle persone fermate si trovavano a due chilometri di distanza dai punti di controllo. «In generale - commenta la comandante Sassi - i ternani stanno rispettando le restrizioni». Rispetto alle 82 persone controllate, solo due sono state sanzionate. «Abbiamo effettuato anche controlli su 32 negozi», aggiunge la comandante Sassi. Sotto la lente anche i distributori automatici. «Per verificare - spiega la comandate Sassi - che non si formino assembramenti». Nessuna sanzione dai controlli sui negozi.
«È bene precisare che le autocertificazioni sono in dotazione agli agenti. Quando una persone viene fermata - spiega la comandante - viene compilato sul posto il foglio e viene rilasciata una copia. Se una persone ha l'autocertificazione la deve lasciare all'agente che fornirà indietro un nuovo foglio. Chi ha bisogno delle autocertificazioni può ritirarle presso il nostro comando in Corso del Popolo».
Ultimo aggiornamento: Sabato 28 Marzo 2020, 21:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA