Perugia, movida violenta: altro pestaggio all'esterno di un locale

Perugia, movida violenta: altro pestaggio all'esterno di un locale

di Michele Milletti

PERUGIA - Un altro pestaggio. E neanche di poco conto. Che aggiorna drammaticamente a sei il numero delle persone rimaste ferite nello scorso fine settimana a seguito di zuffe e scazzottate all’esterno dei locali ma anche per strada.

Numeri che raccontano ancora una volta come, specie nel fine settimana e probabilmente a seguito di abusi soprattutto con l’alcol ma anche di uso di droga, gli animi diventino particolarmente violenti e difficili da contenere. L’ultimo in ordine di scoperta a fare le spese della movida violenta è un giovane perugino di 31 anni rimasto vittima di un’aggressione alle cinque di domenica mattina all’esterno di un locale cittadino. La serata era evidentemente da poco finita quando il trentenne è finito al pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria della Misericordia con ferite tutt’altro che di lieve entità. Colpito violentemente al volto, infatti, il giovane è stato ricoverato nel reparto di chirurgia Maxillo facciale dell’ospedale perugino con una prognosi di quaranta giorni.
Ai medici e al personale sanitario che per primi lo hanno soccorso, ha raccontato i essere stato aggredito poco prima all’esterno del locale da una persona a lui sconosciuta.

Stesse dichiarazioni che, sostanzialmente, sono state rese anche dagli altri cinque che nello scorso fine settimana sono dovuti ricorrere al pronto soccorso per curare le ferite dopo le zuffe all’esterno di locali ma anche, come detto, in strada. In un caso, un uomo ha raccontato di essere stato picchiato all’esterno della stazione.

Proprio nei giorni scorsi, la questura ha reso noto come dall’inizio dell’anno sono 1200 gli interventi a Perugia e provincia per liti, di cui circa cinquecento per situazioni particolarmente gravi in famiglia.


Ultimo aggiornamento: Martedì 28 Novembre 2023, 07:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA