Lugnano in Teverina rientra nell'Associazione Nazionale Città dell'Olio e porta in dote la collezione mondiale di olivi.
di Francesca Tomassini

Lugnano in Teverina rientra nell'Associazione Nazionale Città dell'Olio e porta in dote la collezione mondiale di olivi.

Lugnano in Teverina rientra nell'Associazione Nazionale Città dell'Olio. Dopo oltre un decennio di assenza, l'amministrazione comunale ha approvato all'unanimità la decisione di tornare a far parte di un circuito che lo stesso Comune ha contribuito a fondare.

Una scelta fatta alla luce delle nuove prospettive di sviluppo culturale e turistico che l’olivicoltura racchiude in se e ai grandi risultati che l’oleoturismo ha fatto registrare negli ultimi anni e della presenza sul territorio di una delle collezioni mondiali di olivo più complete
Non solo.   
Il consiglio comunale ha anche deliberato l’ingresso nel circuito regionale delle Strade dell’Olio per partecipare alla  rete di promozione e valorizzazione del settore olivicolo umbro.

«Lugnano in Teverina - ha detto Paolo Morbidoni portavoce nazionale delle Strade del vino e dell'olio- è un territorio da tanti anni impegnato in attività di promozione della cultura e della civiltà dell’olivo e dell’olio e molto importante nella geografia olivicola della provincia di Terni, ospitando tra le altre cose la collezione mondiale degli ulivi di “olea mundi” realizzata in collaborazione con Cnr e Parco 3a.
Per questo l’ingresso nel circuito regionale della Strada dell’Olio da parte del Comune è un segnale importante che speriamo possa essere seguito a breve anche da altri territori della Provincia con cui abbiamo avviato un dialogo, con l’obiettivo di sviluppare un progetto innovativo di “oleoturismo” che possa caratterizzare tutta l’area sud dell’Umbria e valorizzare territori e aziende che stanno investendo sull’accoglienza».

La cerimonia d’ingresso nell’associazione si terrà in occasione della giornata di Olea Mundi&Borghi Day  in programma il prossimo 11 Dicembre dove verranno consegnate le adozioni onorarie degli olivi della collezione Olea Mundi ai sindaci e ai rappresentanti dei 29 Comuni dei Borghi più Belli d’Italia in Umbria e delle Città dell’Olio.
Ospite d’onore Osvaldo Bevilacqua recentemente nominato ambasciatore dei Borghi più Belli d’Italia.


Ultimo aggiornamento: Sabato 27 Novembre 2021, 18:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA