Narni, la città piange "il professore". Addio a Roberto Stopponi, ricercatore e insegnante per generazioni di narnesi

Narni, la città piange "il professore". Addio a Roberto Stopponi, ricercatore e insegnante per generazioni di narnesi

NARNI Addio a Roberto Stopponi. E' morto ieri, a ottantaquattro anni, il "professore", uomo di lettere e appassionato ricercatore e storico della sua città che nel corso della lunga carriera ha insegnato lettere a generazioni di narnesi. 

«Narni perde un uomo straordinario - ha scritto il sindaco Lorenzo Lucarelli - condoglianze e un grande abbraccio alla famiglia Stopponi. Fai buon viaggio prof».

Fra le centinaia di messaggi di cordoglio da parte di tutta la comunità, anche quelli dell'Ente Corsa all'Anello


«La Corsa all’Anello tutta si stringe attorno alla famiglia del caro professor Stopponi che tanto ha regalato alla nostra città e alla nostra festa. Un dono su tutti, la preziosa collaborazione per la stesura della pubblicazione del cinquantennale della Corsa all’Anello. Narni le sarà per sempre grata». 

E del Centro Studi Storici di Narni. 

«Il Presidente Flora Scaia, il vice Presidente Paolo Pellegrini, i membri del direttivo Marco Bartolini, Francesca Baldin, Giuliana Cotini, Enrico Daniele, Alessandro Eroli, Francesco Fonzoli, Gianni Giombolini, Eleonora Mancini, Laura Matticari,  Alessandro Novelli e Roberto Nini ricordano la figura del caro amico e presidente onorario professor Roberto Stopponi, raffinato intellettuale umanista e amato insegnante.

Roberto, socio dagli inizi, per anni ha condotto il Centro Studi prima insieme ai presidenti Bigotti, Corradi e Pani Ermini, e poi in qualità di presidente con il garbo e la partecipazione umana che gli erano proprie. Il professore, come veniva amorevolmente chiamato da tutti coloro che lo conoscevano, ha inteso focalizzare le attività del Centro Studi al recupero e alla conoscenza della storia locale come caposaldo per stimolare l’immaginazione e fornire elementi concreti e accessibili alla conoscenza della storia universale.

La sua azione di studioso è stata sempre caratterizzata dalla rigorosa attenzione della metodologia e dello studio delle fonti. Anche negli ultimi periodi ha sostenuto con forza le attività, quali il premio Corradi, rivolte al mondo della scuola, a cui era profondamente legato e a cui indirizzava il suo operato per la crescita culturale e formativa degli insegnati e degli studenti. Il Centro Studi di Narni lo ricorderà sempre con affetto e gratitudine per la sua passione scientifica e la sua umanità e, fin da ora, si impegna nella valorizzazione futura della figura di Roberto Stopponi quale personaggio nodale nella cultura della nostra città». 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 1 Settembre 2023, 18:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA