La Ternana spera di trovare punti salvezza sotto l'albero di Natale

Fino alle Feste e alla sosta le sfide con Palermo e Parma, ma anche degli scontri diretti da capitalizzare, campionato fermo e buon test a Frosinone

La Ternana spera di trovare punti salvezza sotto l'albero di Natale

di Paolo Grassi

Subito un test di ferro con il Palermo, la sfida terribile alla corazzata Parma all'antivigilia di Natale e, per il resto, tutti scontri diretti (o quasi) per cercare risultati pesanti. Passato l'ultimo fine settimana senza calcio, la Ternana ha 6 partite ancora, da qui alla sosta invernale, per ripresentarsi al girone di ritorno con nuova linfa e la possibilità di giocarsi la salvezza. E con l'allenatore Roberto Breda che lavora con i suoi sul piano tattico e sembra essere a metà strada tra il mantenimento del modulo 3-4-1-2 visto con lo Spezia e il passaggio graduale al 4-3-1-2. Con una costante di base che sembra essere Cesar Falletti come fulcro e signore della trequarti. Come la città di Terni ha già acceso le prime luminarie del Natale, anche la Ternana comincia a mettere già da domani nel mirino le Feste come primo traguardo volante per costruirsi una solida base per un 2024 tutto di rimonta.

Un'operazione "Natale sicuro" che può essere cominciata ieri nel test congiunto a porte chiuse allo Stirpe di Frosinone disputato su tre tempi da 30 minuti. I due allenatori hanno mischiato le carte facendo ruotare gli effettivi per ogni ruolo, ma il 2-1 con il quale i rossoverdi si sono arresi al Frosinone solo nel terzo tempo evidenzia una squadra viva, capace anche di costruire (stando ai report diffusi dalle due società) altre occasioni pericolose. Il percorso da qui al 26 dicembre, data dell'ultima di andata prima della sosta, è interessante. Dopo lo scontro di domenica 26 novembre a Terni con un Palermo forte ma incostante, si va sul campo ostico di Cosenza. Il 9 e il 17 dicembre, poi, due scontri diretti per giocarsi molto, prima in casa con la Feralpisalò e poi in trasferta con un Lecco ultimamente sorprendente. Precedono Parma-Ternana del 23 dicembre, prima del turno di Santo Stefano con l'arrivo al Liberati del Pisa.

La base dalla quale si parte, quella dei 7 punti in classifica in 13 gare, non è delle più incoraggianti. Vuol dire, però, che i punti pesanti vanno fatti proprio tra la fine di questo mese e quello di dicembre. In attesa, poi, che dopo la sosta si provi a far cominciare un altro campionato, magari con qualche ritocco nel mercato di gennaio.

Tornando all'attualità, alla ripersa degli allenamenti di martedì Breda dovrà valutare le condizioni dei due acciaccati, i difensori Alessandro Celli e Lorenzo Lucchesi, non utilizzati nel test congiunto di Frosinone. Allo Stirpe, però, Breda ha avuto modo di provare Valerio Mantovani nella posizione nella quale aveva giocato Lucchesi le ultime gare. Un altro osservato speciale sembra essere Kees De Boer, con tanti minuti giocati ieri e la possibilità di trovare ancora spazio in squadra, come nel secondo tempo con lo Spezia. Per la cronaca, nei tre tempi col Frosinone, la Ternana è stata la prima a segnare, di testa con Distefano schierato nel primo tempo in avanti accanto ad Andrea Favilli e poi sostituito da Federico Dionisi. Nel terzo tempo, pareggio e sorpasso gialloblu, con reti di Caio Jorge e del brasiliano Mateus Lusuardi che ha battuto il connazionale Gabriel Brazão, subentrato nel secondo tempo ad Antony Iannarilli.


Ultimo aggiornamento: Domenica 19 Novembre 2023, 00:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA